Building Awards: i progetti più sostenibili del 2014

    Annunciati i finalisti che prenderanno parte ai Building Awards, i premi riservati ai progetti più innovativi, efficienti e sostenibili del 2014

    building awards(Rinnovabili.it) – Sono stati selezionati i progetti finalisti che il 2 aprile a Londra avranno accesso agli ambiti Building Awards 2014, i premi riservati alle architetture più innovative, tecnologiche e sostenibili.

     

    Tra le molteplici categorie che verranno premiate, troverà posto anche la sostenibilità con una rosa di otto progetti finalisti tra i più ecoefficienti dell’anno:

     

    – Brent Civic Centre, Skanska
    – Waitrose Chipping Sodbury – John Lewis Partnership
    – Coleg Cymunedol Y Dderwen Comprehensive School –  Scott Brownrigg
    – WWF The Living Planet Centre –  Willmott Dixon & Atelier Ten
    – Esholt Bio Energy Project, Yorkshire Water Services –  Turner & Townsend
    – Il Greenhauses, Sulgrave Gardens – Octavia
    – NHS Energy Sustainability Project – Virtus Consult
    – Bath Riverside – Crest Nicholson

     

    Occhi puntati sul progetto “Greenhauses”, un complesso residenziale costruito completamente secondo i principi Passivhaus a pochi chilometri ad ovest di Londra. Ben 30 unità immobiliari ad alta efficienza energetica, dotate di tutti i comfort e di una serie di impianti per la produzione di energia rinnovabile, capaci di generare più energia di quella necessaria.

    Tutti i greenbuilsing in lista per i Building Awards dimostrano le infinite potenzialità di questo settore capace di coniugare l’efficienza energetica con una migliore qualità di vita, senza dimenticare la possibilità di abbattere numerosi costi energetici e di gestione.

    Un esempio unico nel suo genere è sicuramente il nuovo quartier generale del WWF, “The Living Planet Centre”, considerato uno degli edifici più sostenibili del Regno Unito. Quasi esclusivamente materiali di riciclo sono stati impiegati per la costruzione dell’edificio che sfrutta l’energia del sole e della terra per alimentare l’edificio, trasformato in un centro educativo dell’associazione per insegnare la sostenibilità.