Un “vortice” in acciaio per insegnare l’ecologia

    E’ Vortex Center il nuovo edificio per il trattamento acque, perfetta combinazione tra design sostenibile e prestazioni economiche, energetiche ed ecologiche, per insegnare l’importanza dell’oro blu.

    4- Vortex dal design sostenibile

     

    (Rinnovabili.it) – Il design sostenibile di un gigantesco vortice in acciaio composto da sette cilindri a matrioska dalla perfetta combinazioni tra prestazioni economiche, energetiche ed ecologiche, per insegnare l’importanza ed il valore dell’oro blu: l’acqua.

    I 650 mq ad alta efficienza si trovano in Australia, precisamente a Gippsland e compongono il green building dal design sostenibile Vortex Center, realizzato dagli architetti di DesignInc per il Gippsland Water Factory, uno dei più importanti impianti per il trattamento delle acque del territorio.

     

    5- Vortex dal design sostenibile

     

    La struttura è inserita in un lago artificiale che, insieme alle strategie ambientali passive, rappresenta anche la sua primaria fonte di “efficienza”. La temperatura stabile delle acque del lago anche durante il periodo estivo, permette infatti all’edificio di mantenere il proprio comfort interno costante e stabile anche durante i mesi più caldi.

    2- Vortex dal design sostenibile

    L’acqua fredda di profondità del lago viene poi prelevata e ceduta ad uno scambiatore di calore che la utilizza per erogare aria fresca verso l’interno e per raffrescare la copertura durante la notte.

    Durante l’inverno invece il calore di scarto di un sistema di cogenerazione a biogas viene utilizzato per riscaldare gli interni riducendo gli sprechi.

    Il design sostenibile e passivo dell’edificio, le strategie impiantistiche adottate, la ventilazione naturale e la convezione termica, contribuiscono a ridurre i consumi ottimizzando le prestazioni della struttura.

     

    L’ingresso alla singolare struttura è invece realizzato in cuscini pneumatici in ETFE, una particolare membrana termoplastica capace di “respirare” e cambiare la propria trasparenza a seconda del clima esterno, dell’incidenza dei raggi solari e del guadagno solare, per mantenere sempre ottimali le condizioni interne.