Edilizia: oltre il 70% degli edifici venduti nel 2013 è in classe G

    Secondo il Rapporto ENEA/FIAIP sull’edilizia, è chiaro che solo l’efficienza energetica e la corretta formazione degli agenti immobiliari potrebbero risollevare il mercato in crisi

    ENEA solo l’efficienza energetica può rilanciare l’edilizia(Rinnovabili.it) – Nonostante le direttive europee legate all’edilizia, l’obbligo della certificazione energetica e le leggi sull’efficienza in vigore, ancora oggi le prestazioni e la qualità degli immobili non rappresentano una variabile significativa per la determinazione del prezzo di vendita nelle transazioni immobiliari.

     

    Ad evidenziarlo è il “Rapporto Annuale sull’andamento del mercato immobiliare urbano 2013. Valori, trend di mercato e previsioni per il 2014” redatto da ENEA in collaborazione con FIAIP Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali e I-ComIstituto per la Competività.

    Secondo il Rapporto il 70% delle abitazioni vendute nel 2013 risulta tutt’oggi in classe G e, dato ancora più sconcertante, nonostante le leggi sull’efficienza energetica anche il 20% delle abitazioni di nuova costruzione risulta nella medesima Classe. Dati significativi e allarmanti quelli contenuti nel Rapporto ENEA/FIAIP che denunciano una quasi totale mancanza di sensibilità degli utenti in merito a risparmio ed efficienza in edilizia, tanto da non prendere in considerazione, negli interventi di ristrutturazione, un minimo costo extra del 10-15% per l’efficientamento che permetterebbe notevoli risparmi sui consumi futuri.

     

    La difficoltà di accesso al credito è un ulteriore punto messo in luce dal Rapporto che identifica negli agenti immobiliari “i soggetti più idonei a promuovere presso i propri clienti gli strumenti finanziari, nonché i “bonus energetici del 65%” per gli interventi di riqualificazione energetica”, promuovendo nello stesso tempo lAttestato di Prestazione Energetica (APE) in un’ottica di valorizzazione dell’efficienza energetica in edilizia.

     

    “Visto il ruolo chiave degli agenti immobiliari- si legge nella presentazione al Rapporto –  va curata la loro formazione professionale in un’ottica di valorizzazione dell’efficienza energetica degli immobili. ENEA e FIAIP intendono promuovere azioni congiunte sul fronte della formazione degli operatori del settore immobiliare; ciò consentirà di mettere a loro disposizione strumenti di supporto per sensibilizzare gli utenti sui vantaggi dei miglioramenti della prestazione energetica degli edifici”.