Casa di cura ad Energia Zero per migliorare la vita dei pazienti

    Il nuovo edificio della no-profit Sweetwater Spectrum destinato alle persone con problemi di autismo è un esempio di bioarchitettura ad energia zero capace di migliorare la qualità della vita sociale.

    1- Energia zero - Sweetwater Spetrum - foto by Tim Griffith

     

    (Rinnovabili.it) – Quando la bioarchitettura incontra la sostenibilità sociale oltre che energetica, nascono i migliori esempi di progettazione sostenibile, soluzioni ad “Energia Zero” capaci di migliorare la qualità della vita di tutti i cittadini.

     

    Siamo in California alle porte della città di Sonoma, dove la fondazione no-profitt Sweetwater Spectrum ha da poco completato la sua ultima struttura ad Energia Zero dedicata al supporto delle persone con problemi di autismo. Sui 2,8 ettari del sito sono state realizzate le differenti strutture che compongono il nuovo centro in grado di ospitare 16 pazienti, offrendo loro tutto il supporto di cui hanno bisogno in un ambiente salubre, immerso nel verde,  arricchito da una piscina termale, un centro benessere, un frutteto ed una serie di orti biologici.

    Progettato da Leddy Maytum Stacy Architects le bioarchitetture ad Energia Zero dello Sweetwater Spectrum stanno puntando a raggiungere la certificazione LEED Gold dell’US GBC, dopo aver guadagnato il riconoscimento PG&E Zero Net Energy Pilot Project, grazie alla capacità della struttura di produrre più energia di quella consumata.

     

    5- Energia zero - Sweetwater Spetrum - foto by Tim Griffith

     

    STRATEGIE SOSTENIBILI – Ciò che fa dello Sweetwater Spectrum un esempio di green building ad Energia Zero sono le numerose strategie costruttive adottate: la ventilazione naturale, all’elevato isolamento dell’involucro e delle superfici vetrate, alla bassa riflettività dei tetti “freddi”, al sistema di illuminazione naturale con tubi solari per le sale interne, alle schermature solari fisse, l’illuminazione al LED o a basso consumo, elettrodomestici ed impianti a risparmio energetico ed un sistema domotico per il monitoraggio ed il controllo di tutti gli elementi.

    Accanto alle strategie passive si affiancano i pannelli fotovoltaici, i sistemi di climatizzazione invernale ed estiva a pavimento, gli orti organici per la coltivazione diretta del cibo ed una serie di giardini pensili e non destinati a ridurre i consumi idrici della struttura, evitando nello stesso tempo i problemi di allagamento.

     

    2- Energia zero - Sweetwater Spetrum - foto by Tim Griffith

    Il progetto per la bioarchitettura dello Sweetwater Spectrum si basa sulle linee guida per la progettazione sostenibile ad energia zero stilate dall’Arizona State University StardustCenter e della School of Architecture, per edifici sani, salubri, efficienti e con tecnologie non invadenti.