Greenbuilding, ecobonus extra del 5% per le certificazioni green

    Il premio è riservato in caso di applicazione di certificazioni energetico-ambientali come i sistemi LEED o Greenbuilding Council. Vale anche per gli interventi sugli edifici storici

    Greenbuilding, ecobonus extra del 5% per le certificazioni green

     

    (Rinnovabili.it) – Buone notizie da Palazzo Madama per l’edilizia sostenibile. Dopo la fumata bianca per gli ecobonus 65%, dopo che il Governo si è impegnato a stabilizzare le detrazioni Irpef sulle riqualificazioni energetiche per i prossimi tre anni, vengono previste ulteriori agevolazioni, che si vanno a sommare a quelle precedenti in alcuni casi specifici. Infatti c’è un extra-bonus, previsto dalla mozione approvata, per chi sceglie il greenbuilding.

     

    Tra i punti presentati e posti all’attenzione del Governo vi è anche l’introduzione di un premio. La mozione chiede che “sia riconosciuto un extra-bonus del 5 per cento in caso di applicazione di certificazioni energetico-ambientali, ovvero certificazioni che non considerino solo la riduzione dei consumi energetici, ma anche, in senso più ampio, l’utilizzo di fonti rinnovabili di energia e il risparmio di altre risorse, quali ad esempio l’acqua o il terreno (ad esempio sistemi LEED, sistemi GBC o similari)”.

    Un altro punto della mozione chiede che sia riconosciuto in ogni caso l’extra-bonus se l’intervento riguarda un edificio storico.

     

    “Le certificazioni energetico ambientali – afferma Gianni Silvestrini, Presidente di Greenbuilding Council Italia – rappresentano un efficace strumento per accompagnare e qualificare la trasformazione del comparto dell’edilizia necessaria per far fronte agli impegnativi obiettivi climatici al 2030 e a quelli dell’economia circolare”.

    L’idea di fondo è questa: anche se il Conto termico prevede già un sistema di premi per interventi globali sull’edificio e in caso di “deeper novation”, è bene dare maggior risalto a chi compie passi in direzione di modelli di sviluppo maggiormente sostenibili dal punto di vista ambientale, economico e sociale.

    “L’attenzione verso l’utilizzo di protocolli energetico ambientali con la possibilità di prevedere delle premialità in termine di extra-bonus – sostiene Michela Chiogna, consigliere esecutivo di Greenbuilding Council Italia – rappresenta un’importante opportunità per un cambio di passo della concezione del costruire green in Italia”.

    Articolo precedenteCrescono le auto elettriche in Ue, Italia in negativo
    Articolo successivoSan Diego stanzia 127 mln per divenire 100% rinnovabile

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui