Homeday: la ricetta Ance sulla casa, per uscire dalla crisi

    E’ partita ieri la campagna Homeday, organizzata dall’ANCE per riportare la casa al centro della strategia nazionale, sfruttando le politiche abitative quale volano economico.

    Homeday la campagna ANCE sulla casa(Rinnovabili.it) – Ha preso il via Homeday, la campagna anche per rimettere la casa al centro delle politiche economiche e delle esigenze del Paese, con tasse eque, mutui accessibili, social housing e affitti calmirati, arrivando a risolvere l’emergenza abitativa, facilitando gli interventi di riqualificazione ed efficienza resi possibili dagli ecobonus.

     

    Sono questi i presupposti con cui l’Ance (Associazione Nazionale Costruttori Edili) ha dato il via nella giornata di ieri alla campagna Homeday, per avviare su tutto il territorio nazionale tavoli di lavoro e conferenze stampa che possano riportare il tema della casa al centro dell’attenzione collettiva, risolvendo i gravi problemi innescati dalla crisi.

    La presentazione del progetto Homeday si è svolta ieri in via Guattani alla presenza di un ricco parterre di partecipanti tra i quali anche il Ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi, il Presidente dell’Abi Antonio Patuelli, Enzo Bianco sindaco di Catania e componente dell’Ufficio di Presidenza dell’Anci, insieme a numerosi esponenti del mondo delle istituzioni, della filiera delle costruzioni (Federcostruzioni, Confedilizia, Fiaip e Assoimmobiliare), ordini professionali (Architetti e Ingegneri) e associazioni dei consumatori (Federconsumatori).

     

    Il continuo balletto delle tasse, dall’Ici all’Imu alla Trise e ora il Tuc, ha prodotto effetti negativi per tutti – ha sottolineato il Presidente dell’Ance, Paolo Buzzetti – adesso è il momento di fermarsi e, nella legge di stabilità, chiudere finalmente questa partita”.

     

    Nel Dossier pubblicato da Ance è evidente come la casa sia innanzitutto un motore per la riattivazione sociale, ma soprattutto un fondamentale volano per l’economia. Nella legge di stabilità il presidente dell’Ance chiede, infatti, che si individuino in maniera chiara le priorità da seguire e “non si usi la casa come un bancomat per far quadrare i conti dello stato”.

     Un’impostazione tra l’altro condivisa dal Ministro Lupi che ha assicurato che, entro il 20 novembre, si arriverà alla sottoscrizione dell’accordo tra Cdp ed Abi per riaprire un canale di risorse da destinare alle banche e che serviranno a finanziare i mutui per la casa.

    Le proposte di Ance contenute nella campagna Homeday sono chiare e lineari, e riportano l’attenzione sul tema centrale degli incentivi fiscali per le riqualificazioni e l’efficienza energetica, una strategia che si è già confermata quale soluzione vincente.