Milano: pochi mesi al completamento del Bosco Verticale

    Entro la prossima estate saranno completate le due torri del Bosco Verticale, il progetto di Boeri per Milano e che ospiterà oltre 20.000 piante anche di grandi dimensioni

    2 Bosco Verticale - foto copyright barreca&la varra(Rinnovabili.it) – Ancora pochi mesi e saranno finalmente completati  i due grattacieli del “Bosco Verticale”, un progettato dall’architetto Boeri per il nuovo ecoquartiere di Milano.

     

    Iniziate nel 2011, le due torri sono nate con il desiderio di aumentare la quantità di verde a disposizione degli abitanti, permettendo a tutti i del Bosco Verticale, di beneficiare di un giardino privato con tanto di alberi anche nei piani più alti.

    La foresta verticale includerà circa 10.000 mq, di cui 480 alberi ad alto fusto, 250 alberi di piccole dimensioni, 11.000 piante tappezzanti e 5.000 arbusti. Il primo acero pesante ben 500 kg ed alto oltre 5 metri, venne piantumato nell’estate del 2012 ad un balcone a circa 110 metri d’altezza, segnando a tutti gli effetti una tappa importante nella costruzione del nuovo quartiere Porta Nuova di Milano.

    Secondo lo Studio Boeri, la struttura delle due torri del Bosco Verticale è stata appositamente studiata per accogliere a qualsiasi piano anche alberi di notevoli dimensioni, inserendo le precauzioni costruttive necessarie per evitare alle radici delle piante di compromettere la stabilità degli aggetti.

    La foresta verticale agirà come filtro naturale tra l’interno e l’esterno, migliorando le prestazioni energetiche delle torri, mentre un sistema per il riciclo e la depurazione delle acque grigie permettera di irrigare i giardini con il mimino dispendio idrico.