Sostenibilità alimentare e agricoltura locale vincono un premio di architettura

    Il progetto “Fayetteville 2030: Food City Scenario” che incastra urbanistica e sostenibilità alimentare ha vinto uno dei 2015 Honor Award messi in palio dall’ASLA

    Sostenibilità alimentare e agricoltura locale vincono un premio di architettura

     

    (Rinnovabili.it) – Uno dei 2015 Honor Award messi in palio dalla American Society of Landscape Architects è stato vinto dal  Community Design Center dell’Università dell’Arkansas, che con il progetto Fayetteville 2030: Food City Scenario ha proposto un modello di comunità autosufficiente fondata sui principi dell’agricoltura locale e della sostenibilità alimentare.

     

    Il progetto, che ha trionfato nella categoria Analisi e Programmazione, si pone l’obiettivo di approvvigionare in modo sostenibile la popolazione della cittadina, destinata ad aumentare in modo considerevole nei prossimi 15 anni. Al momento gli abitanti di Fayetteville sono circa 75.000 ma è stimato che nei prossimi 20 anni raddoppieranno. Come fare per sfamare tutti senza danneggiare l’ambiente e stimolando l’economia locale? La risposta dei ricercatori della UARK sta in un tessuto urbanistico che intrecci nuovi quartieri ed appezzamenti agricoli, per aumentare la resilienza del territorio e la sostenibilità alimentare.

     

    “Food City incentra il discorso della pianificazione sottolineando il ruolo della nutrizione nella creazione di comunità sane”, ha detto Steve Luoni, direttore del Community Design Center. “Tenendo presente che le città e l’agricoltura sono sistemi di energia, possiamo facilmente concepire nuove forme resilienti ed autosufficienti di città che moltiplicano in modo esponenziale il capitale ecologico ed economico.”

     

    Il progetto sostenuto economicamente dalla Clinton Global Initiative e dall’American Institute of Architects si pone sei obiettivi fondamentali:

    • Faremo di un adeguato approvvigionamento e della rivitalizzazione la nostra priorità
    • Scoraggeremo la crescita suburbana disordinata
    • Prenderemo come standard la struttura del villaggio tradizionale
    • Tesseremo una rete di trasporti mirata alla vivibilità urbana
    • Assembleremo una rete di spazi verdi duratura
    • Creeremo opportunità per l’housing low budget

     

    Il legame tra sostenibilità alimentare e resilienza urbana

    Le fattorie urbane, il mix funzionale tra spazi urbani ed agricoli e l’autoproduzione di cibo sono alcuni degli aspetti più importanti della resilienza ambientale che permetterà ai centri urbani di sopravvivere alle precipitazioni massicce legate al cambiamento climatico. La permeabilità del terreno è uno degli aspetti più importanti per la sicurezza cittadina ed abbassare il consumo di suolo stimolando l’agricoltura urbana è una delle strategie più fruttuose nel campo economico, ambientale e politico.

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui