UK: 100mila case carbon neutral entro il 2020

    Già un successo in Olanda, il progetto Energiesprong permette di raggiungere lo standard carbon neutral attraverso una riqualificazioni a tutto tondo

    carbon neutral(Rinnovabili.it) – Oltre 100.000 case del Regno Unito potrebbero diventare carbon neutral entro il 2020 grazie al progetto Energiesprong (Energy Leap) se l’Unione Europea approverà il finanziamento di 10 mln di euro previsto nell’ambito di Horizon 2020.

     

    Già un successo ad Amsterdam, dove il complesso residenziale Woonwaard è stato completamente riqualificato raggiungendo lo standard carbon neutral, il consorzio Energiesprong ha ricevuto un contratto dal Governo Olandese per trasformare in 10 giorni ben 111.000 case costruite negli anno ’60.

    I primi progetti pilota dovrebbero prendere il via entro un anno a Birmingham e nell’Inghilterra meridionale permettendo di risparmiare fino a 1.950 GWh di energia elettrica.

    carbon neutral 1Sono molteplici le soluzioni adottate per raggiungere il traguardo carbon neutral nelle riqualificazioni partendo prima di tutto da una maggiore coibentazione, garantita da una serie di pannelli modulari applicati alle facciate, l’installazione di 24 pannelli fotovoltaici in copertura, di un impianto solare termico con stoccaggio dell’acqua calda, di una pompa di calore e di un sistema di ventilazione meccanica, mentre all’interno la ristrutturazione sostituisce le cucine, gli elettrodomestici, gli infissi, arrivando anche a suggerire un determinato stile di vita agli inquilini per risparmiare ulteriore denaro ed energia. 

    Il successo dell’iniziativa è dovuto alla strategia di finanziamento adottata dai suoi creatori olandesi, dove il budget iniziale è stato garantito dalla Banca attraverso un contratto sottoscritto con il Governo e che impegna i futuri inquilini  a pagare alla banca la medesima cifra precedentemente pagata per l’affitto e le spese energetiche, fino al totale rimborso del debito, ma guadagnando in salute e qualità del vivere.

    Anche se ambizioso il progetto permetterà al settore edile, uno dei più energivori, di ridurre le proprie emissioni ed i propri consumi, migliorando notevolmente la qualità della vita.

    Articolo precedenteEurOCEAN 2014: il Mare nostrum diventa Europeo
    Articolo successivoINCENSe: un bando da 6 mln per le tecnologie green

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui