I carbon offset sono pieni di errori strutturali e crediti fantasma

Un’inchiesta del Guardian e di Unearthed rivela che l’ente che amministra il principale standard al mondo per i crediti di carbonio, l’americana Verra, usa modelli sballati per quantificare l’impatto sul clima degli schemi di protezione delle foreste alla base delle compensazioni

Carbon offset: le falle delle compensazioni di carbonio
Foto di Hier und jetzt endet leider meine Reise auf Pixabay 😢 da Pixabay

Nel mirino il Verified Carbon Standard, il più usato al mondo per i carbon offset

(Rinnovabili.it) – Le compensazioni di carbonio usate dalle principali compagnie aeree per poter sbandierare voli carbon-free hanno un enorme problema di credibilità. Il sistema su cui si basano ha delle falle consistenti, e di conseguenza i carbon offset non corrispondono ai benefici climatici che vengono previsti.

Lo rivela un’inchiesta condotta dal quotidiano britannico Guardian insieme a Unearthed, ramo di Greenpeace. Nel mirino alcuni carbon offset e soprattutto l’ente che li verifica e garantisce: Verra, una organizzazione no profit americana.

Leggi anche California, il mercato dei carbon offset è drogato

Verra non è una organizzazione qualunque. E’ l’ente che amministra il principale standard mondiale per i crediti di carbonio, il VCS o Verified Carbon Standard. Ma i metodi con cui Verra calcola le emissioni risparmiate grazie alle compensazioni di carbonio sono sfalsati. I conti non tornano per almeno 10 schemi di protezione delle foreste ai quali si appoggiano alcune delle più grandi compagnie aeree. Gli schemi di protezione delle foreste sono una delle soluzioni standard, ‘basate sulla natura’, per compensare le emissioni di CO2 nello schema dei carbon offset.

In linea teorica, l’ente dovrebbe calcolare quanta deforestazione viene evitata grazie allo schema, e quindi che impatto positivo in termini di stoccaggio di CO2 la foresta ha sul clima. Questo impatto viene poi contabilizzato e venduto come credito. In pratica, però, Verra utilizza dei parametri che non sono consistenti con le traiettorie storiche di deforestazione per le aree dove sono localizzati questi 10 schemi. E di conseguenza, anche il calcolo dei carbon offset è sbagliato.

Leggi anche La tentazione di Bruxelles per le compensazioni di carbonio

Per Soares Filho, il creatore del software Dinamica EGO che viene impiegato da Verra per prevedere l’andamento della deforestazione, la questione dei problemi con il sistema dei carbon offset va oltre l’uso di un modello. “Le compagnie aeree che acquistano crediti REDD + stanno solo rimandando l’azione”, ha spiegato al Guardian e a Unearthed. “Sarebbe più efficiente investire nella ricerca su jet più efficienti o combustibili alternativi, per esempio. Ma ovviamente è sempre più costoso di un progetto REDD+”. E conclude: “La modellazione della deforestazione per correggere le linee di base REDD + si traduce in crediti di carbonio fantasma”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui