E’ partita la costruzione di Sky City: 838 metri in 90 giorni

Per ora è stato inaugurato il cantiere delle fondamenta, dal 1° gennaio 2014 partirà ufficialmente il countdown per la costruzione dei 202 piani ad alta efficienza che dovrebbe concludersi ad aprile 2014.

Sky City 2

 

(Rinnovabili.it) – E’ partita la costruzione di Sky City, il grattacielo “prefabbricato” eco-friendly più alto al mondo, che dovrebbe essere realizzato in poco meno di 4 mesi, raggiungendo l’altezza di 838 metri.

 

Sky City: il cantiereIn realtà lo scorso sabato è stato inaugurato in gran segreto il cantiere per lo scavo delle immense fondamenta (27 metri di profondità) che verrà completato entro la fine dell’anno, per lasciare il posto a partire dal 1° gennaio 2014 alla costruzione ufficiale di Sky City che, secondo quanto promesso, dovrebbe essere completato entro aprile 2014.

 

Le reazioni all’annuncio di Sky City sono state abbastanza controverse, spezzando l’opinione pubblica in due parti: tra i sostenitori delle potenzialità del grattacielo che per la prima volta realizzerà una vera e propria “smart city” verticale ad energia quasi zero, e tra i contrari al progetto di Sky City per le perplessità sulla sicurezza in caso di evacuazione o terremoto.

Agli attacchi, gli ingegneri della Broad Sustainable Building (BSB) ideatori del progetto, hanno risposto presentando tutti i test e le sperimentazioni su Sky City, che consentiranno alla struttura di resistere a terremoti di Magnitudo 9.0.

 

Sky City: una smart city verticale

 

Sky CityAll’interno degli 11 mln di mq di Sky City troveranno posto residenze, uffici, scuole, servizi e addirittura parchi pubblici e aziende agricole, tutto accolto all’interno di un’unico edifici che si trasformerà in una vera e propria città, dove al posto dei mezzi pubblici utilizzerò gli ascensori o le larghe rampe interne.

 

L‘involucro altamente isolato, vetri quadrupli, energia rinnovabile, illuminazione al LED, il verde interno, il 100% del ricircolo d’aria fresca interna ed il recupero delle acque grigie e piovane, porteranno il grattacielo Sky City ad abbattere i consumi energetici dell’80% rispetto a quanto consumerebbe una struttura convenzionali di dimensioni simili.

 

Costato un miliardo e mezzo di dollari, Sky City è l’emblema del nuovo futuro urbanistico, dove lo scopo sarà quello di liberare progressivamente il suolo per lasciare spazio all’agricoltura ed al verde, concentrando la vita pubblica degli essere umani in grande strutture verticali dove la parola d’ordine sia sempre efficienza.