Fondo per l’Innovazione UE: primo invito, 1mld nell’energia pulita

Bruxelles ha lanciato il primo invito a presentare proposte nell’ambito dell’Innovation Fund, il programma di finanziato alimentato dalle entrate del mercato UE del carbonio

Fondo per l'Innovazione
Credits: melpomen © 123rf.com

Il Fondo per l’Innovazione finanzierà tecnologie green per la produzione energetica, le industrie energivore, l’accumulo e il CCS

(Rinnovabili.it) – La Commissione Europea ha lanciato, lo scorso venerdì, la prima call nell’ambito del Fondo per l’Innovazione (Innovation Fund). Entra così nel vivo il nuovo programma di finanziamento comunitario dedicato alle tecnologie pulite, erede dell’ex programma NER300. L’invito, aperto a tutti gli Stati membri, Islanda e Norvegia, mette in gioco un miliardo di euro per aiutare i progetti tecnologici a superare i rischi legati alla commercializzazione e alla dimostrazione su larga scala. Per le proposte promettenti ma ancora non pronte per il mercato, Bruxelles ha invece stanziato un budget separato di 8 milioni di euro; risorse che serviranno a fornire assistenza allo sviluppo. I progetti possono ricevere un sostegno fino al 60% del capitale e dei costi operativi dell’innovazione, con la possibilità di erogare fino al 40% nella fase di preparazione e studio.

“Questo invito a presentare proposte arriva al momento giusto”, ha commentato il vicepresidente esecutivo Frans Timmermans. “L’Unione Europea investirà 1 miliardo di euro in progetti promettenti e pronti per il mercato come idrogeno pulito o altre soluzioni a basse emissioni di carbonio per industrie ad alta intensità energetica come acciaio, cemento e prodotti chimici […] Questi investimenti su larga scala aiuteranno a riavviare l’economia dell’UE e a creare una ripresa verde che ci porti alla neutralità climatica nel 2050”.

Leggi anche European Green Deal, Ursula Von der Leyen svela i dettagli

Cosa è il Fondo per l’Innovazione?

Il Fondo in questione è stato creato nel 2019 con il preciso obiettivo di creare uno dei maggiori programmi di finanziamento al mondo per la dimostrazione di tecnologie innovative a basse emissioni di carbonio. Prende il posto dell’ex NER330 ma ne amplia l’aspetto green, focalizzando su soluzioni in grado di supportare attivamente la decarbonizzazione europea.

Nel dettaglio il Fondo per l’innovazione si concentra su:

  • Tecnologie ,processi innovativi e prodotti low carbon per le industrie ad alta intensità energetica.
  • Materiali e sistemi di cattura e utilizzo del carbonio (CCU)
  • Costruzione e gestione della cattura e dello stoccaggio della CO2 (CCS)
  • Generazione innovativa di energia rinnovabile
  • Accumulo energetico

A fornire il suo budget è l’ETS, ossia il mercato del carbonio comunitario. I proventi della vendita all’asta delle quote emissive andranno in fatti a rimpolpare il fondo, assieme a ad eventuali risorse avanzate dal programma NER300. Per il periodo 2020-2030, il budget dell’Innovation Fund dovrebbe ammontare a circa 10 miliardi di euro. Il dato può cambiare leggermente in quanto legato al prezzo del carbonio nel sistema ETS.

Leggi anche Energia pulita: non c’è più tempo, bisogna accelerare l’innovazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui