Nasce ECO CABLE, la prima etichetta green per l’industria dei cavi

ECO CABLE è solo uno dei passi intrapresi da Prysmian Group nel percorso verso l’azzeramento delle emissioni nette di CO2

prysman eco cable
Foto di Bruno /Germany da Pixabay

Prysmian Group, leader mondiale nel settore dei sistemi in cavo per l’energia e le telecomunicazioni, annuncia il lancio della label ECO CABLE: la prima etichetta brevettata nell’industria dei cavi che permette alle utility e ai distributori di rendere le loro supply chain e value proposition ancora più “green”.

“L’etichetta ECO CABLE punta a soddisfare in modo proattivo le aspettative sempre più “green” del mercato e di tutti gli stakeholder”, spiega Massimo Battaini, Chief Operating Officer di Prysmian Group. “Con questa iniziativa il Gruppo si propone di rafforzare la strategia di sostenibilità del Gruppo e il suo ruolo attivo nella promozione di uno sviluppo sostenibile e accelerando il percorso di Prysmian Group verso l’azzeramento delle emissioni nette di CO2”, aggiunge Battaini.

L’etichetta ECO CABLE può essere facilmente confrontata e combinata con altri protocolli di certificazione della sostenibilità come la EPD (Environmental Product Declaration) e la EU Ecolabel (il marchio di eccellenza ambientale per prodotti e servizi che rispettano standard ambientali elevati durante tutto il loro ciclo di vita).

Leggi anche Riforma RED II, ecco la prima bozza di revisione

L’assegnazione dell’etichetta ECO CABLE si basa su un sistema di calcolo automatico costruito specificamente per i prodotti in cavo, che applica criteri riconosciuti e misurabili derivati dal Regolamento UE n. 66/2010 della EU Ecolabel, e in linea con i principali quadri e requisiti normativi: Carbon Footprint, Assenza di sostanze altamente pericolose Riciclabilità/Circolarità, Contenuto di riciclato, Benefici ambientali ed Efficienza energetica.

Prysmian Group si è impegnato ad applicare il sistema di valutazione ECO CABLE al 20% del totale dei propri prodotti entro il 2022, in linea con gli obiettivi dichiarati nella Group Sustainability Scorecard. I prodotti con autocertificazione ECO CABLE per il settore Energy saranno disponibili a partire da inizio maggio in Italia, con estensione in Francia, Spagna e Germania nel terzo trimestre e nella regione Nordics per la fine dell’anno.

ECO CABLE è solo uno dei passi intrapresi da Prysmian Group nel percorso verso l’azzeramento delle emissioni nette di CO2 grazie alle proprie capacità di innovazione e rientra in un progetto più ampio per l’adozione di un metodo di “Design to Sustainability” completamente automatizzato che permetterà al Gruppo di effettuare la valutazione della Carbon Footprint per l’85% di tutte le famiglie di prodotti in cavo entro il 2022.

Leggi anche Economia circolare UE, nel 2021 l’ecodesign torna al centro

Tra le principali iniziative innovative che confermano il percorso del Gruppo verso la sostenibilità si annoverano: Alesea, la soluzione IoT per gestire in modo più smart e più semplice le forniture in cavo e permettere ai partner di incrementare la loro performance in termini di efficienza operativa e sostenibilità; P-Laser, il cavo 100% riciclabile ed ecosostenibile impiegato nella applicazioni HVDC per progetti “low carbon”; e PRY-CAM, una rivoluzionaria per il monitoraggio del funzionamento e dell’efficienza dei sistemi elettrici.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui