SkyCharge, il primo caricatore V2G per aerei elettrici

Basato sulla tecnologia di ricarica CC di Eaton, offre un’efficienza di conversione senza rivali (superiore al 96%) e un ingombro ridotto al minimo

SkyCharge

(Rinnovabili.it) – Si chiama SkyCharge e, come il nome fa timidamente intuire, rappresenta l’ultima tecnologia sfornata nel campo della aviazione a batteria. Non si tratta di nuovo velivolo bensì di un caricatore per aerei elettrici, nato dalla collaborazione tra la svizzera Green Motion e la slovena Pipistrel. Fino a ieri non esisteva uno standard per la ricarica di questi mezzi. Ecco perché ogni aeroporto risulta attrezzato in modo diverso su questo fronte. Il nuovo caricatore punta, invece, a divenire uno standard internazionale aperto su scala globale.

Il dispositivo – il primo indipendente dagli OEM – ha ricevuto in questi giorni l’ok dall’Agenzia per la sicurezza aerea dell’Unione europea (EASA), a poco più di un anno dal via libera rilasciato sempre dall’EASA al nuovo Velis Electro di Pipistrel. E per le due aziende non ci sono dubbi che “l‘approvazione di SkyCharge rappresenti un’altra importante pietra miliare nella ricerca di un’aviazione ecologicamente sostenibile”.

Leggi anche ASCEND, primo passo verso la propulsione elettrica criogenica negli aerei

Il sistema è basato sulla tecnologia di ricarica CC proprietaria di Eaton, che offre un’efficienza di conversione senza rivali (superiore al 96%), assieme ad un ingombro e una densità di potenza senza eguali. Progettato per il “pieno” di  aerei elettrici e velivoli eVTOL (decollo e atterraggio verticali elettrici), il caricatore è disponibile in versione fissa su supporto o mobile con ruote. Quest’ultima è in grado alimentare sia velivoli (tramite presa GB/T) che auto (tramite presa CCS o CHAdeMO).

Non solo. SkyCharge è stata predisposta anche alla ricarica bidirezionale integrando al suo interno la tecnologia Vehicle-to-Grid (V2G). François Randin, fondatore e CEO di Green Motion, (ora parte di Eaton,) ha dichiarato: “SkyCharge è il risultato della partnership tra Pipistrel e Green Motion, due società con idee rivoluzionarie e soluzioni all’avanguardia. Facendo collaborare i nostri migliori ingegneri nella definizione e sviluppo del futuro degli aerei elettrici, cerchiamo di offrire la migliore esperienza di volo e di ridurre significativamente i costi di volo, nonché l’inquinamento atmosferico e acustico”.

Leggi anche L’aereo elettrico più grande d’Europa spicca il volo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui