Auto ecologiche, perché la normativa della Liguria è un successo

In soli quattro mesi sono aumentate del 60% le immatricolazioni delle auto ibride. Toti: “La nostra legge ha funzionato come incentivo per i cittadini”

Auto ecologiche, perché la normativa della Liguria è un successo

 

 

(Rinnovabili.it) – Cresce il numero di auto ecologiche in Liguria. La legge per l’esenzione dal bollo, varata dalla Regione lo scorso giugno ed entrata in vigore alla fine di agosto, ha dato in appena quattro mesi risultati importanti. Per i veicoli ibridi, ossia con una doppia alimentazione fossile-elettrica, l’andamento medio delle immatricolazioni regionali è cresciuto di oltre il 60% nel 2016 rispetto ai valori mostrati nei due anni precedenti alla legge. E il Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, ne parla oggi, a ragione, come di “una misura molto riuscita”.

 

L’articolo 1 della legge regionale n.8 del 21 giugno 2016 dispone l’esenzione dal pagamento della tassa automobilistica per il “primo bollo” e le successive quattro annualità a favore dei veicoli con alimentazione ibrida benzina-elettrica (inclusiva di alimentazione termica), benzina-idrogeno e gasolio-elettrica nuovi di fabbrica e immatricolati per la prima volta a decorrere dal 1 gennaio 2016.

 

La Liguria è la terza Regione a prevedere un esonero così lungo, dopo Puglia e Basilicata. Misure simili sono in vigore anche Campania, Emilia Romagna, Lazio, Umbria e Veneto, ma la durata è di soli tre anni.

Nel dettaglio ammontano a 647 le nuove immatricolazioni che sono state registrate dal 1 gennaio 2016 al 31 dicembre di quest’anno, un andamento a segno più per favorire la diffusione delle auto benzina-elettrica, benzina-idrogeno e gasolio-elettrica e incentivare l’uso di veicoli a basso impatto ambientale, in un’ottica di eco-sostenibilità.

 

“La misura che abbiamo introdotto con la legge regionale varata a giugno  – spiega il Presidente Toti – rientra nel Grow Act e prosegue la riduzione del carico fiscale su aziende e cittadini che, almeno per cinque anni, non pagheranno il bollo auto. Si tratta di un provvedimento che rientra nelle azioni contenute nel programma di governo di questa legislatura e si prefigge di aiutare l’ambiente, incentivando i cittadini a scegliere queste auto”.

 

E per i consumatori la misura si sta traducendo in un risparmio da 800 a 2.700 euro seconda del modello scelto.

1 commento

  1. Vorrei precisare che per l’Emilia Romagna l’esenzione per il bollo per le auto ibride per 3 anni valeva solo per chi immatricolava un’auto ibrida nel 2016! ho chiesto all’aci emiliano romagnola (e mi sono già lamentato in regione!) non vale per gli anni a seguire, e chi immatricolerà un’auto ibrida nel 2017 (come il sottoscritto) niente esenzione! Le solite politiche spot, per farsi belli. Aggiornate l’articolo, grazie!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui