Autobus a batteria, l’incentivo pratico all’e-mobility urbana

Il KIT porta al Motor Show di Francoforte il progetto Competence-E. Obiettivo: dimostrare la convenienza dell’elettrificazione del trasporto pubblico

Autobus a batteria, l’incentivo pratico alla mobilità elettrica urbana

 

(Rinnovabili.it)- La mobilità elettrica urbana può essere economicamente efficiente già oggi. A dimostrarlo è Competence-E, nuovo progetto condotto dai ricercatori del Karlsruhe Institute of Technology (KIT), presentato in questi giorni in anteprima all’International Motor Show di Francoforte. I ricercatori hanno voluto dimostrare, infatti, come la propulsione elettrica possa essere applicata al trasporto pubblico urbano in maniera non solo efficiente, ma anche economicamente conveniente grazie ad una progettazione ad hoc che sappia rispondere  alle caratteristiche di questi mezzi di trasporto. Le frequenti accelerazioni e rallentamenti, in aggiunta ad un utilizzo nel traffico, fanno della mobilità a batteria un’opzione vincente per gli autobus urbani.

 

Le componenti principali del prototipo in mostra al Salone sono un motore elettrico, una rete ad alta tensione, un sistema di gestione delle batterie, e un nuovo sistema di stoccaggio energetico modulare agli ioni al litio. Il tutto rigorosamente “Made in Germany”. Il sistema di storage consiste in moduli piani che possono essere impilati per raggiungere le dimensioni e le caratteristiche elettriche desiderate.  “Il concept dimostra che l’efficienza energetica di un bus elettrico può già essere aumentata attraverso la scelta dei componenti”, ha commentato Martin Gießler, direttore del progetto. “Naturalmente, i meccanismi di recupero energetico svolgono un ruolo importante”, ad esempio attraverso il recupero dell’energia di frenata tramite un propulsore a bassa coppia motrice collegato direttamente al differenziale dell’asse posteriore.

Il progetto ha un obiettivo ambizioso da raggiungere: produrre, entro il 2018, batterie con una densità di energia di 250 Wh per chilogrammo ad un costo di 250 euro a kWh.