Biocarburanti: preoccupazione per il Pacchetto clima energia

La Leaders of Sustainable Biofuels teme che l’assenza di obiettivi vincolanti nel Pacchetto UE clima energia comprometta il futuro dei biocarburanti avanzati in Europa

Biocarburanti: preoccupazione per il Pacchetto clima energia(Rinnovabili.it) – Cresce la preoccupazione per il futuro dei biocarburanti avanzati in Europa. In seguito alla recente pubblicazione del nuovo Libro Bianco della Commissione Europea, il cosiddetto Pacchetto clima energia, la Leaders of Sustainable Biofuels (LSB), un gruppo europeo composto da produttori di biocarburanti e compagnie aeree, teme passi indietro in termini di ambizioni ed efficacia delle misure. Nonostante l’Esecutivo europeo abbia annunciato l’uscita di un piano a parte per i trasporti, la LSB crede che l’assenza di un obiettivo vincolante per la mobilità sostenibile rappresenti una minaccia per l’intero settore, oltre che un’opportunità mancata. Tra il 1990 e il 2010, spiega il Gruppo, la quota di emissioni di CO2 legata ai trasporti è passata dal 20,5% al 28,8% sul totale delle emissioni di CO2 europee, una tendenza che, senza un’azione decisiva, potrebbe compromettere il raggiungimento degli obiettivi europei di riduzione delle emissioni. Secondo la Leaders of Sustainable Biofuels, a essere minacciati sarebbero non soltanto i posti di lavoro, ma anche gli investimenti in atto e i benefici ambientali a essi correlati, tutti elementi che avrebbero bisogno invece di un quadro politico e normativo stabile e di lunga durata.

 

“Se l’Europa non fissa un obiettivo vincolante per i trasporti sostenibili, in generale, e uno specifico per i biocarburanti avanzati – si legge nella nota diffusa dal Gruppo – il rischio è che non solo non si riesca ad arrivare alla riduzione delle emissioni di gas serra, ma che si possa frenare anche la crescita del settore dei biocarburanti in Europa, costringendo gli investitori a spostarsi verso quelle regioni con un quadro normativo e politico più favorevole”.

 

Per la LSB, il nuovo Pacchetto clima energia contraddice le ambizioni delle politiche europee perseguite fino a oggi: oltre ai posti di lavoro e al mancato raggiungimento degli obiettivi di riduzione delle emissioni, a rischio ci sarebbero la promozione di uno sviluppo industriale comunitario in un settore innovativo, la diffusione di tecnologie sostenibili innovative e la creazione di valore supplementare nelle aree rurali.