United decolla con un aereo commerciale alimentato solo con SAF

Per la prima volta, United ha volato con un aereo commerciale a biofuel e con 100 passeggeri a bordo. La compagnia americana è in prima linea nel raggiungere la sostenibilità del settore aeronautico grazie alla partnership di altre aziende

aereo commerciale a biofuel

di Andrea Barbieri Carones

(Rinnovabili.it) – Dopo il via libera della torre di controllo, è decollato il 1° dicembre il primo aereo commerciale alimentato per il 100% con SAF (sustainable aviation fuel), ennesimo passo verso la sostenibilità dei trasporti. Gli oltre 100 passeggeri a bordo del Boeing 737 della United Airlines in volo tra Chicago e Washington non si sono accorti di nulla.

E questo non è che l’inizio di questo processo, visto che la compagnia americana è fra le leader mondiali nell’utilizzo e nel supporto per lo sviluppo di questa tipologia di jet fuel. Ossia di un carburante alternativo prodotto con materie prime diverse dal petrolio.

L’aereo commerciale alimentato solo con SAF sarà il primo di una serie, visto che United ha già siglato accordi per acquistare quasi il doppio di carburanti sostenibili rispetto agli accordi noti di tutte le altre compagnie aeree globali messe insieme.

Il SAF ha il potenziale per fornire le stesse prestazioni del carburante per aerei a base di petrolio ma con una frazione della sua impronta di carbonio. Secondo il Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti, le vaste risorse di materie prime del paese sono sufficienti per soddisfare la domanda di carburante prevista dell’intera aviazione statunitense industria.

“United è in prima linea nelle azioni contro il cambiamento climatico” ha detto Scott Kirby, amministratore delegato della compagnia che ha volato a bordo del Boeing 737. “Il volo SAF di oggi è solo una tappa per decarbonizzare il nostro settore. A questo si aggiungono gli impegni per la produzione e l’acquisto di combustibili alternativi, che dimostrano come le aziende possano unirsi e svolgere un ruolo nel affrontare questa grande sfida”.

L’aereo commerciale United era carico di 1900 litri di biofuel 

Il volo di ieri è stato effettuato caricando il Boeing 737 United con quasi 1900 litri di carburante aereo sostenibile in un motore e caricandone altrettanti di carburante convenzionale nell’altro. Lo scopo era di provare che non ci fossero differenze operative. Attualmente ai vettori è permesso di volare con un massimo di 50% di SAF.

In questo test, United ha lavorato con Boeing, CFM International (joint venture tra 2 produttori di motori), Virent (la cui tecnologia permette l’utilizzo di SAF al 100%) e World Energy, produttore americano di biocarburante.

Il primo aereo commerciale alimentato a biofuel è il frutto del programma Eco-Skies Alliance, che United ha lanciato ad aprile. In sostanza, la compagnia aerea ha invitato diverse aziende a contribuire all’acquisto di oltre 13 milioni di litri di SAF nel solo 2021. 

Con quasi l’80% di emissioni in meno rispetto a un carburante tradizionale, questa quantità di SAF ha evitato l’immissione in atmosfera di circa 66.000 tonnellate di gas serra e equivale a un risparmio di circa 700 milioni di chilometri in volo.

Questo programma vede la partecipazione di una trentina di aziende, tra cui Ceva Logistics, Deloitte, Nike, Siemens, Visa, CWT, Maersk, Microsoft.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui