Un pieno di spazzatura per gli aerei della British Airways

A partire dal 2017 la compagnia aerea alimenterà tutti i voli tra Londra e New York con biofuel ottenuto dai rifiuti

Un pieno di spazzatura per gli aerei della British Airways(Rinnovabili.it) – Non lo si può negare. Quando si tratta di biocarburanti è il settore aeronautico quello ad aver mostrato il maggior impegno nell’eco-conversione delle proprie flotte. L’ultima iniziativa in tal senso arriva dalla British Airways che, a partire dal 2017, potrebbe essere già in grado di alimentare tutti i suoi voli dal City Airport di Londra al John F. Kennedy International Airport di New York con un pieno di spazzatura.

La compagnia aerea britannica sta, infatti, collaborando con Fuels Solena, società sede a Washington, per mettere in produzione 50.000 tonnellate l’anno di biofuel da rifiuti solidi urbani. Si tratta di un progetto ambizioso che, a conti fatti, assegnerebbe alla British Airways il titolo di prima compagnia al mondo a tentare di convertire i rifiuti in combustibile “drop in”, ovvero che può essere impiegato in sostituzione diretta o come integrazione ai carburanti per l’aviazione.

 

Green Sky London, così è stata ribattezzata l’iniziativa, userà il sistema già esistente per raccogliere i rifiuti domestici. “Quello che otteniamo in cambio è un combustibile puro e di alta qualità”, ha affermato Jonathon Counsell, responsabile ambiente per British Airways spiegando come la trasformazione dei rifiuti in biofuel permetta di ottenere due volte l’energia che si potrebbe invece produrre attraverso un inceneritore. “Il nuovo impianto sarà costruito nella contea di Essex“, ha aggiunto il capo del International Airlines Group Willy Welch società madre della compagnia inglese. “Saranno elaborate circa 575 tonnellate di rifiuti provenienti dal centro di riciclaggio. Da quel volume di rifiuti si prevede di ricevere fino a 120 tonnellate di carburante liquido che durante la combustione farà meno emissioni nell’atmosfera”.