Formula E: dalle gare green l’impulso per la diffusione degli EV

La partenza delle gare della Formula E potrebbe accelerare la diffusione delle vetture elettriche. Lo rivela un’indagine della EY appena pubblicata

Formula E (Rinnovabili.it) – Arriva dalla Formula E il nuovo impulso alla vendita dei veicoli elettrici. Un mercato, quello della nuova competizione ecologica, che potrebbe aiutare a diffondere il messaggio che la mobilità elettrica è adatta a prendere il posto della tradizionale abbassando così l’impatto del settore trasporti. Lo rivela un’indagine della società di consulenza EY, che potrebbe avere un impatto positivo anche sulla vendita di auto elettriche private. Il documento, presentato in occasione del debutto in pubblico nel Regno Unito della vettura elettrica che verrà utilizzata nella prima serie di gare il prossimo anno, la Spark-Renault SRT_01E Formula E.

Il lancio della competizione green avverrà il prossimo anno e l’impatto complessivo stimato sulla vendita degli EV, rivela lo studio, potrebbe tradursi in 77 milioni di nuovi veicoli a impatto zero nel corso dei prossimi 25 anni, per un valore complessivo di 142 milioni di euro con un incremento di circa 42mila posti di lavoro permanenti. Il rapporto ha inoltre evidenziato il possibile impatto delle nuove corse ecologiche sull’evoluzione delle tecnologie di trazione dei veicoli e sulle città che intenderanno ospitare le gare in tutto il mondo. “EY ha intrapreso una rigorosa analisi sullo stato del mercato globale dei veicoli elettrici, le sfide che deve affrontare e le opportunità che la tecnologia può portare in termini di risparmio sui costi e benefici ambientali”, ha detto Juan Costa Climent, leader di servizi cambiamento climatico globale e sostenibilità per la EY. “La nostra ricerca ha dimostrato l’enorme potenziale della Formula E che potrebbe accelerare non solo la tecnologia, ma anche la cancellazione di molte delle idee sbagliate circa i veicoli elettrici.”

 

Grazie alla crescita della diffusione dei mezzi elettrici si prevede la caduta dei consumi di combustibili fossili nell’ordine dei quattro miliardi di barili di petrolio, evitando così 900 milioni di tonnellate di emissioni di anidride carbonica e portando ad una riduzione dei costi per la salute connessi con l’inquinamento dell’aria di 25 miliardi di euro.

“Fin dall’inizio, il concetto di Formula E Championship è stato quello di promuovere l’industria dell’auto elettrica e di cambiare la percezione di questi veicoli delle persone”, ha detto Alejandro Agag, chief executive della Formula E Holdings. “Le persone non vedono le auto elettriche come ‘cool’ o ‘exciting’, e non credono di poterle usare per le loro esigenze. Questa è una delle principali barriere che impediscono la crescita del settore., Ma attraverso il divertimento, la competizione sportiva e gli investimenti in R&S, la Formula E può contribuire a cambiare questa visione”.