Incentivi alle auto Euro 6, verso l’accordo finale

Sembra ormai definitiva la presenza nel dl Rilancio di un bonus per l’acquisto di auto diesel e a benzina. Il nuovo accordo su cui sta lavorando la maggioranza, dovrebbe abbassare il valore del contributo

Incentivi alle auto Euro 6
Credits: Jens Mahnke da Pexels

(Rinnovabili.it) – Ancora tempo di confronto sul decreto Rilancio. L’obiettivo del governo era chiudere l’esame del provvedimento entro il 2 luglio, ma l’approdo nell’Aula di Montecitorio slitta ancora e per il via libera con fiducia si dovrà aspettare lunedì 6 luglio. Tra i nodi da sciogliere quello degli incentivi alle auto Euro 6, misura su cui però sembra ormai prossimo l’accordo definitivo. L’incentivo è stato proposto da un emendamento, a firma da Pd, Iv e Leu, nel pacchetto dei bonus destinati ai veicoli ecologici. La maggioranza ha lavorato fino all’ultimo per trovare la quadra oggi, secondo alcune indiscrezioni rivelate dalle agenzie di stampa, sembrerebbe certa l’intesa.

Leggi anche Incentivi auto elettriche, fino a 40 mln di euro in ecobonus

La formulazione finale cambia, ma non troppo, rispetto la proposta originale. Nel dettaglio il contributo si applica all’acquisto dei mezzi diesel e a benzina con emissioni di CO2 fra i 61 e i 110 grammi al chilometro. E se inizialmente gli incentivi alle auto Euro 6 erano di 2mila euro da parte dello Stato e altri 2mila euro dai concessionari, ora la proposta vedrebbe l’aiuto pubblico scendere a 1500 euro. Per un totale quindi di 3.500 euro di incentivi.

La richiesta del bonus all’acquisto è legata alla contemporanea rottamazione di una vecchia autovettura, ma la proposta potrebbe aprire  anche ad un incentivo puro (senza rottamzione). Ovviamente con un importo dimezzato.

La misura preoccupa per diversi motivi e forse anche per questo si è previsto un aumento dell’ecobonus per le auto elettriche e ibride, i cui aiuti ammontano oggi a un massimo, rispettivamente, di 4.000 e 6.000 euro con rottamazione, e 4000 e 2500 euro senza.

Leggi anche Incentivi Euro 6, come affossare la ripresa verde dell’Italia

La possibilità di fornire incentivi alle auto Euro 6 ha fin dalle prime battute trovato la forte opposizione del movimento ambientalista. “Gli emendamenti al Decreto Rilancio per incentivare i programmi di rottamazione auto […] aggraveranno i problemi d’inquinamento e di salute pubblica in Italia”, scrivevano solo qualche giorno fa Medici per l’Ambiente, Cittadini per l’aria, European Public Health Alliance, Greenpeace, Kyoto Club, Legambiente, Transport & Environment e WWF. “Incoraggiare l’acquisto di modelli di motori a combustione interna favorisce tecnologie obsolete e inquinanti che sono dannose per la salute e il clima”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui