Mobilità elettrica: da Londra 5 mln per la rivoluzione degli EV

Una rivoluzione che parte dal governo quella della mobilità elettrica britannica, che rivedrà le flotte governative e istallerà punti di ricarica per EV

mobilità elettrica(Rinnovabili.it) – Si rinnovano i buoni propositi del Regno Unito in favore della diffusione della mobilità elettrica. Proprio per questa ragione dal Governo arriva l’annuncio di un nuovo fondo del valore di 5 milioni di sterline che saranno impiegati per l’espansione della rete di ricarica per EV. parte del budget sarà impiegato per acquistare 300 veicoli elettrici da mettere a disposizione di Whitehall e delle forze di polizia mentre il resto servirà per le infrastrutture e per la manutenzione.

Al rinnovamento verde delle flotte governative prenderà parte anche Downing Street dove verranno istallati punti di ricarica per le auto elettriche, come specificato ieri dal ministro di Gabinetto Oliver Letwin ai giornalisti durante l’evento di lancio dell’iniziativa.

I piani sono quindi la concretizzazione di quanto annunciato nell’autunno dello scorso anno, che metteva al centro dei nuovi progetti di mobilità proprio il Governo, vero protagonista della rivoluzione green che vuole dare ai cittadini il buon esempio.

“Siamo molto impegnati nell’ordine del giorno dei veicoli a bassissime emissioni”, ha detto il Ministro dei Trasporti, la Baronessa Kramer. “Nel 2040, praticamente ogni nuova vettura nel Regno Unito sarà una ULEV, ma vogliamo costruire questo mercato il più velocemente possibile.” La Kramer ha inoltre aggiunto che i dipartimenti si impegnano a lavorare di concerto con L’Energy Saving Trust in modo da definire quali siano le reali necessità di rivedere le flotte e stabilire se i veicoli elettrici plug-in siano davvero la soluzione a seconda delle differenti esigenze e dei modelli messi a disposizione del mercato, concedendo anche formule leasing agevolate per stimolare gli acquisti di nuovi mezzi ecologici al posto di quelli inquinanti.

 

In autunno si prevede invece di dare il via alla seconda fase del progetto, che coinvolgerà il settore pubblico in modalità e termini ancora non totalmente diffuse.

Il finanziamento da 5 mln di sterline, come già accennato, coprirà anche l’ampliamento della rete di infrastrutture di ricarica per veicoli a batteria. In occasione del lancio del programma, Danny Alexander, segretario al Tesoro, ha sottolineato che i veicoli elettrici rappresentano un’opportunità economica e ambientale per l’economia.