SkyCycle guarda Londra dall’alto in basso

Londra avrà presto una pista ciclabile lunga 210 km che si snoderà in 10 piste sopraelevate sulla città. Un aiuto per l’ambiente e per i cittadini che si potranno spostare in bicicletta senza pericoli e respirando aria pulita

SkyCycle

 

(Rinnovabili.it) – Pensare di sorvolare i cieli di Londra in sella alla nostra bicicletta ci riporta alla mente una delle scene del celebre film E.T.. Stavolta però il sogno potrebbe diventare realtà grazie all’ingegno dell’architetto britannico Norman Foster che ha progettato una pista ciclabile sospesa in aria che verrà realizzata grazie alla collaborazione della Exterior Architecture e della Space Syntax.

SkyCycle è il nome del progetto che cerca di andare incontro alle esigenze di 6 milioni di cittadini londinesi che vogliono spostarsi in bicicletta per raggiungere il luogo di lavoro al riparo dai pericoli della strada.

Studiata per essere realizzata su tre differenti livelli, la pista ciclabile sospesa sulle attuali linee ferroviarie permetterà ai ciclisti di non dover affrontare il traffico urbano percorrendo in sicurezza circa 10 differenti piste per un totale di 210 chilometri che verranno realizzati in circa 20 anni.

 

Oltre alla sicurezza stradale la pista ciclabile SkyCycle permetterà ai londinesi di tenersi al riparo dall’impatto negativo delle polveri sottili e dello smog. Avendo a disposizione una pista sopraelevata, le due ruote non verranno infatti a contatto con i tubi di scappamento e con le emissioni di particolato che tengono a depositarsi in basso.

Supportato anche dal sindaco di Boris Johnson il piano per la mobilità sostenibile di Londra nei prossimi anni capovolgerà le sorti della città investendo nella mobilità elettrica, in un parco autobus ad emissione zero e in altri progetti per un investimento totale che potrebbe raggiungere anche il miliardo di sterline. La SkyCycle si inserisce quindi perfettamente nei nuovi progetti di adeguamento della mobilità alternativa consentendo oltre che alla riduzione della congestione del traffico anche la riduzione delle emissioni inquinanti visto che numerosi cittadini con a disposizione un’alternativa simile sicuramente sceglieranno di spostarsi in bici. La rete sarà infatti realizzata per ospitare il traffico di cira 12mila bicilette all’ora con un bacino di potenziali utenti che arriva a 6 milioni di cittadini che potranno muoversi dalla East London a Liverpool Street guardando Londra dall’alto.