Smart mobility, a Singapore arrivano i “robot spazzini”

Dulevo International testerà nelle strade della città-Stato la prima spazzatrice a guida autonoma. È grado di risparmiare fino al 60% del consumo d’acqua e possiede un sistema integrato di filtraggio che abbatte completamente il PM10.

smart mobility

Spazzatrice driverless, l’ultimo gioiello della smart mobility

(Rinnovabili.it) – A Singapore, le tecnologie intelligenti sposano la gestione urbana dei rifiuti. La città sarà infatti la prima al mondo a sperimentare la spazzatrice stradale a guida autonoma di Dulevo International. La società, in collaborazione con ST Engineering e 800Super Waste management, ha ottenuto in questi giorni il via libera dall’autorità nazionale dei trasporti. Un traguardo importante, spiega la stessa Dulevo, che permetterà di testare la nuova frontiera della smart mobility al servizio dell’igiene urbano.

Leggi anche Le tecnologie digitali si fanno spazio nella gestione dei rifiuti

La spazzatrice, una Dulevo 6000, è dotata di un’elevata efficienza meccanico-aspirante-filtrante e mostra come sia possibile unire alte prestazioni e requisiti ecologici. La macchina, infatti, è in grado di risparmiare fino al 60% del consumo d’acqua e adotta un sistema integrato di filtraggio, sviluppato in collaborazione con GORE, che garantisce l’abbattimento totale del PM10. Ma a rendere il progetto davvero speciale è il suo “cervello”. Dotata di di sensori su tutti i lati unità di calcolo all’interno della cabina, la spazzatrice non ha bisogno di un operatore a bordo. Il lavoro viene monitorato a distanza tramite un centro di tele-operazione in cui vengono determinati percorsi e tempi di pulizia e, se necessario, regolati e ottimizzati.

“Siamo molto felici di collaborare a un’innovazione così importante che contribuirà a rendere le città sempre più intelligenti e sostenibili e a cambiare il mondo della mobilità”, ha dichiarato Tighe Noonan, Presidente e CEO della società. “Il successo del progetto dimostra ancora una volta come Dulevo rappresenti un’eccellenza non solo per l’efficacia e l’efficienza dei propri prodotti, ma anche per la capacità di portare il proprio contributo di idee, ricerca e sviluppo in complessi programmi internazionali come questo”.

Le prove sono attualmente in corso negli orari di minor flusso stradale, ma in modo progressivo verrà raggiunto uno stato operativo regolare in cui la spazzatrice a guida autonoma effettuerà la pulizia parallelamente al traffico quotidiano di Singapore. Il nuovo progetto di smart mobility fa parte del programma di robotica ambientale della National Environment Agency (NEA) della Città-Stato ed è in linea con i continui sforzi dell’agenzia per ottimizzare le risorse e migliorare la produttività nel settore dei servizi ambientali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui