Vernice “energetica” per Vision G-Code, l’auto del futuro

Lo speciale SUV ibrido ruba l’energia al sole e al vento per produrre idrogeno che alimenta uno dei due motori e ossigeno per l’abitacolo

Vernice “energetica” per Vision G-Code, l'auto che viene dal futuro

 

(Rinnovabili.it) – L’auto del futuro arriva da Pechino e più precisamente dall’Advanced Design Studio della Mercedes-Benz nella capitale. Qui, infatti, è stata progetta l’ultima concept car della casa automobilistica, vero e proprio gioiellino di tecnologia e sostenibilità. Sì perché Vision G-Code – questo il nome del modello –  è una sport utility coupé (SUC) ibrida in grado di “rubare” energia all’ambiente che la circonda. Il merito è soprattutto dell’avveniristica vernice che ricopre la sua carrozzeria, chiamata “argento multi-voltaico” e creata per produrre elettricità a partire dalla fonte solare e da quella eolica. La pittura, infatti, si comporta sia come una vernice fotovoltaica, che come un accumulatore di carica elettrostatica quando, durante la guida, il vento colpisce la superficie della vettura. L’elettricità così ottenuta è destinata all’elettrolisi dell’acqua per la produzione dell’idrogeno che a sua volta alimenta uno dei due motori del SUC. Sì, perché Vision G-Code è stata appositamente progettata per funzionare su due differenti sistemi propulsivi: un tradizionale motore elettrico (alimentato dalla frenata rigenerativa e dalla tecnologia plug-in), che agisce solo sulle ruote posteriori, e uno a fuel cell, che lavora solo sulle ruote anteriori.

 

E se per qualcuno tutto ciò non fosse abbastanza la Mercedes è pronta a regalare un’altra novità: il “power on the move”, sistema che recupera energia dal movimento delle sospensioni.

Inoltre, l’impianto di condizionamento pulisce l’aria attraverso la fotocatalisi e la ionizzazione delle particelle atmosferiche, mentre inietta nell’abitacolo l’ossigeno prodotto durante la sintesi dell’idrogeno. A farne un’auto del futuro anche il display  a LED che cambia colore in base alla modalità operativa: luce blu chiara lampeggiante quando l’auto è ferma, luci blu che si muovono verso il centro quando è attiva la modalità eDrive (motore a idrogeno in funzione), luci viola in eco mode e luci rosse verso l’esterno in sport mode. Completano il concept, due videocamere retrattili al posto dei tradizionali specchietti retrovisori, un body scanner 3D inserito nei sedili per monitorare i parametri fisiologici dei passeggeri e assicurare il comfort e due mini scooter elettrici inseriti sotto il vano bagagli, ricaricati dall’eventuale energia in eccesso.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui