Pneumatici fuori uso: al via il progetto #PFUrecycle

Sensibilizzare i comuni sull’utilizzo del polverino proveniente dagli pneumatici fuori uso. La missione di Anci e Greentire

Pneumatici fuori uso al via il progetto #PFUrecycle

 

(Rinnovabili.it) – Un protocollo di intesa tra Anci e Greentire. Sarà questo il sistema proposto domani, in un incontro pubblico che si terrà nella sede Anci di Roma, con il fine di sensibilizzare i Comuni del nostro Paese sulla corretta gestione degli pneumatici fuori uso (pfu) e sull’utilizzo dei prodotti derivati dalla loro granulazione. Ci sarà il ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, insieme al delegato Anci per l’energia e i rifiuti, Filippo Bernocchi e ad Andrea Favili, presidente di Greentire (sistema consortile senza scopo di lucro che opera nel settore degli pneumatici fuori uso).
Per supportare gli Amministratori locali nel processo di attuazione delle politiche ambientali in materia di riciclo e di energia sostenibile, ANCI e Greentire hanno avviato il progetto #PFUrecycle, che promuove la micro raccolta dei pfu sul territorio nazionale con il patrocinato del Ministero dell’Ambiente e in collaborazione con Ancitel Energia e Ambiente.

 

Il 2015 si è aperto con una forte campagna di comunicazione sul tema degli pneumatici fuori uso: la scorsa settimana è stato presentato il report sulle attività 2014 del Comitato di gestione degli pneumatici fuori uso nato in seno al ministero dell’Ambiente, e i dati sono incoraggianti. Infatti, per quanto riguarda i pfu raccolti presso i demolitori e avviati a riciclo, il Comitato ha affermato che la percentuale è tonda: il 100% delle quasi 20 mila tonnellate di gomme usurate che restano montate sulle automobili destinate alla demolizione, vengono prelevate e avviate a riciclo. Si tratta di una minima parte del totale, in quanto sono circa 20 volte tanti gli pneumatici fuori uso che vengono recuperati da altre realtà presso i gommisti, destinatari di un quantitativo enorme di gomme potenzialmente recuperabili. Tuttavia è comunque un passo avanti nel recupero di materiale altrimenti potenzialmente inquinante, e in parte un contributo al processo di informazione ambientale per la cittadinanza di cui l’accordo Anci-Greentire è l’ultimo passo.

I Comuni verranno sollecitati ad utilizzare il polverino di pfu, utile per numerose applicazioni ed economico. Può entrare nella pavimentazione stradale, formare terreni per lo sport e il tempo libero, isolare acusticamente le pareti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui