Le mucche di Starbucks mangiano caffè

I fondi del caffè degli Starbucks di Tokyo vengono trasformati in alimenti per mucche da latte, che restituiscono agli store latte di alta qualità

Starbucks(Rinnovabili.it) – Riciclare il caffè trasformandolo in cibo per mucche. E’ questa l’idea di Starbucks, colosso delle caffetterie statunitensi, che ha deciso di raccogliere i fondi di caffè dei suoi punti vendita di Tokyo e trasformarlo in mangime per le mucche da latte, lo stesso latte che poi servirà nei suoi store. In realtà le mucche non mangeranno caffè, ma bensì un composto a base di caffè e ad alto valore nutritivo che viene chiamato in gergo “bean cake” torta di fagioli. Per ottenere massimi risultati dal progetto Starbucks ha chiesto la collaborazione della Menicon, che in Giappone ha studiato un metodo innovativo per la fermentazione della paglia di riso, che viene impiegata nella produzione di lenti a contatto.

La tecnica di fermentazione dell’acido lattico si è dimostrata particolarmente efficace per la produzione della torta di fagioli, tanto da suscitare la curiosità del Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università di Azabu dove è stato possibile notare che il latte delle mucche alimentate con questo particolare producono un latte di elevata qualità.

Al momento i fondi di caffè di Tokyo vengono raccolti in tutta la città e trasportati da speciali camion refrigerati con il risultato finale che parte del latte che arriva negli Starbuks della capitale giapponese è stato prodotto da mucche alimentate mediante bean cake.