Bike sharing contro l’inquinamento dell’aria

L’assessore all’Ambiente Maurizio Conte lancia un bando per i comuni del Veneto

Veneto“Con la bicicletta si può ridurre l’inquinamento dell’aria diminuendo il traffico urbano, promuovere le energie alternative e nel contempo migliorare la qualità della salute”: sono le parole dell’assessore all’ambiente Maurizio Conte per ricordare che è aperto il bando per il“bike sharing”, deliberato dalla giunta regionale all’inizio di agosto.

“Possono partecipare tutti i Comuni del Veneto – aggiunge l’assessore – che hanno tempo per le domande fino al 7 ottobre”. Il finanziamento previsto è di oltre un milione di euro per progetti di “bike sharing” associati a sistemi di alimentazione mediante energie rinnovabili. Tra gli interventi finanziabili vi sono la costruzione di parcheggi attrezzati per le biciclette, la fornitura di biciclette elettriche a pedalata assistita con sistemi innovativi, l’installazione di colonnine per la ricarica delle bici elettriche, impianti ad energia rinnovabile a supporto del servizio di “bike sharing” e sistemi informatici, hardware e software e di rete per il monitoraggio e la gestione in remoto delle bici.

 

“Andare in bicicletta incide sulla diminuzione di emissioni di CO2 – sottolinea Conte – e questo ha anche rilevanti ricadute economiche, come evidenziato da uno studio del  Mit di Boston presentato qualche settimana fa; infatti a una migliore qualità dell’aria consegue un risparmio nella spesa sanitaria e le misure tese a contrastare l’inquinamento costano un decimo rispetto ai risparmi che si ottengono innegabilmente nel settore sanitario”.

 

L’iniziativa è stata inserita nelle azioni previste dal Piano Regionale di Tutela e Risanamento dell’Aria. Il bando è pubblicato nel BUR n. 77 dell’8 agosto e sarà presentato anche in un workshop alla Fiera Expo Bici di Padova, lunedi 22 settembre.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui