• Articolo Herzogenaurach, 13 febbraio 2013
  • Puma veste 100% bio

  • Grazie all’impiego di biopolimeri la Puma presenta InCycle, la nuova collezione di abbigliamento e accessori biodegradabili e compostabili

 

(Rinnovabili.it) – Vestiti interamente riciclabili e biodegradabili. Ecco la grande svolta del colosso dell’abbigliamento sportivo Puma, che ha presentato la nuova linea di abbigliamento, scarpe e borse sportive in perfetto equilibrio con l’ambiente.

Indossando i nuovi abiti 100% biodegradabili gli sportivi potranno vantare un impatto ambientale inferiore di un terzo rispetto a chi veste in maniera tradizionale.

La nuova collezione battezzata InCycle comprende una vasta gamma di vestiti e accessori realizzati in materiali eco-compatibili, fibre organiche che non contengono sostanze tossiche e usano un nuovo tipo di plastica biodegradabile chiamata APINATbio realizzata con biopolimeri termoplastici e brevettata da un’azienda italiana.

Quando il capo d’abbigliamento deve essere smaltito può essere consegnato ai punti vendita della società forniti di appositi raccoglitori. Il tessuto poi viene trattato per essere trasformato in nutrienti per il terreno, mentre le parti metalliche e plastiche possono essere riutilizzate per creare nuovi prodotti.

“I Prodotti Puma InCycle, certificati Cradle to Cradle, di base rappresentano un enorme passo avanti per ridurre il nostro impatto ambientale dando ai consumatori la possibilità di scegliere un prodotto più sostenibile”, ha detto Reiner Hengstmann, global director della divisione di Puma dedicata alla salvaguardia ambientale.