• Articolo Bari, 30 aprile 2013
  • Fino all'8 maggioi i cittadini avranno la possibilità di esprimersi sul progetto

    Sarà il progetto di Fuksas a trasformare Bari in Smart city

  • E’ il progetto dell’architetto Fuksas il vincitore del concorso “Baricentrale” indetto dall’Amministrazione per trasformare Bari nella smart city più verde d’Italia.

 

(Rinnovabili.it) – Piove sul bagnato. Ancora una volta a vincere il concorso internazionale che permetterà di trasformare Bari in una Smart City, una delle celebri archistar contemporanee: l’architetto Massimiliano Fuksas.

 

Suddiviso in due fasi, il concorso “Baricentrale” è stato indetto dall’Amministrazione della città per riorganizzare i 78 ettari delle aree ferroviarie in via di dismissione del capoluogo pugliese, con l’obiettivo di trasformare Bari in una smart city esemplare, per diventare la città più verde d’Italia.

Oltre 105 i partecipanti alla prima selezione, scremati in  10 finalisti più o meno conosciuti, tra i quali ha vinto, forse per fama o forse per merito, il progetto dell’architetto Fuksas.

 

 

Il progetto

 

La proposta di Fuksas permetterà di trasformare i tre chilometri interessati dal progetto, introducendo ampi viali alberati, nuove piste ciclabili, nuovi percorsi per la mobilità sostenibile. Il progetto previsto per la futura Bari smart city individuano il verde come un elemento di connessione dell’intero tracciato, un polmone verde da 70 ettari, che permetterà di aumentare il quantitativo di verde per abitante da 2,7 mq/ab attuali a 5,1 mq/ab.

 

Un mega progetto realizzabile in oltre 15 anni con una previsione di spesa decisamente alta, rendendo permeabile la città “sostituiremo un area fortemente degradata ed invalicabile con un grande parco cittadino“.

 

La maxi riqualificazione porterà innovazione anche nel settore delle costruzioni, creando nuovi spazi culturali ad alta efficienza e ristrutturando vecchie strutture inutilizzate.

Fino all’8 maggio il masterplan di progetto sarà esposto a Teatro Margherita, dove i cittadini avranno la possibilità di conoscere il progetto ed esprimere le dovute considerazioni in merito.