• Articolo Washington D.C., 23 gennaio 2013
  • Il portale online gratuito è nato dalla collaborazione tra AIA e NIBS

    Edilizia: nasce la biblioteca online per le sperimentazioni green

  • Si chiama BRIK, Building Research Information Knowledgebase, una piattaforma digitale che consente di accedere liberamente a numerose sperimentazioni e casi studio legati alla sostenibilità ed all’efficienza del settore edile

(Rinnovabili.it) – Lanciato da pochi giorni, ma già un grande successo. Si tratta di BRIK, Building Research Information Knowledgebase, un portale interattivo online gratuito ed accessibile a tutti, destinato a trasformarsi in un vero e proprio archivio mondiale delle innumerevoli ricerche, sperimentazioni o casi studio, legati a tutti gli aspetti del mondo delle costruzioni.

Organismi di ricerca, gruppi di studiosi o singoli professionisti, hanno la possibilità di pubblicare online i propri progetti, rendendo il materiale accessibile per qualunque tipo di consultazione, ovviamente inerente all’ambito edile. Il portale BRIK è nato dall’esperienza multidisciplinare del Building Research Council (BRC), l’associazione fondata da due delle più importanti istituzioni americane dedicate al mondo dell’architettura, l’AIA, American Institute of Architects e il NIBS, National Institute of Building Sciences.

A seconda della categoria di provenienza i progetti di ricerca verranno archiviati in tre differenti catalogazioni che permetteranno agli utenti interessati di accedere nel modo più rapido ed immediato possibile alle informazioni ricercate, nella speranza di poter innescare un processo di autoapprendimento che punti prima di tutto all’efficienza ed alla sostenibilità.

“Con contributi provenienti da agenzie governative, studi di architettura, accademici e gruppi di ricerca, l’offerta iniziale online si concentrerà sulle attrezzature per la salute, gli ambienti per l’apprendimento e le tipologie edilizie ad alta prestazione, e conterrà 500 diversi documenti. Altre tipologie edilizie verranno aggiunte in un prossimo futuro”.