• Articolo Roma, 22 giugno 2015
  • Il complesso che batterà il record di altezza nella capitale

    Libeskind svela i render per i 3 grattacieli green dello stadio della AS Roma

  • Lo Studio Libeskind ha svelato i render dei tre grattacieli green che sorgeranno accanto al nuovo stadio della AS Roma. Il più alto sarà di 220 metri

Grattacieli green: per lo stadio dell’AS Roma saranno 3

 

(Rinnovabili.it) – Sono stati svelati i render del progetto dello studio americano con a capo l’archistar Daniel Libeskind per il complesso di grattacieli green per uffici che sorgerà accanto allo stadio dell’AS Roma.

L’ambizioso masterplan sviluppato in collaborazione con lo studio Dan Meis prevede che la più alta delle tre torri che si affacceranno intorno ad una corte centrale verde raggiungerà i 220 metri di altezza, una quota mai raggiunta nella capitale, il cui edificio più alto è l’Eurosky di Franco Purini che arriva a 120 m.

Il complesso farà parte del piano per la riqualificazione dei 100 ettari dell’ippodromo della città e insieme alle tre torri ci sarà lo stadio da 52.000 posti, un centro commerciale e spazi per lo svago e l’aggregazione.

 

L’aspetto dei tre grattacieli green per lo stadio dell’AS Roma

Grattacieli green: per lo stadio dell’AS Roma saranno 3Guardando i render dei grattacieli green è chiaro l’intento dell’architetto newyorkese di far dialogare le tre strutture, che allo stesso tempo sono indipendenti e collegate. Una grandissima parete verde è installata nella parte interna dei tre grattacieli green come a riflettere la vegetazione della piazza che fa da base alle tre strutture.

Anche osservando le immagini degli interni è chiaro che l’elemento che Libeskind ha voluto valorizzare è la vegetazione, che cresce rigogliosa all’interno dei tre Trimphones – un modello di telefono venduto in Inghilterra negli anni ’60 che ricorda molto la forma delle torri -. Il verde oltre a dare uniformità al progetto serve anche a purificare l’aria interna e regalare un’atmosfera rilassante agli uffici.

 

“Creare un contributo architettonico nella città eterna è un’opportunità preziosa. Roma avrà un parco aziendale di livello mondiale collegato allo stadio che fornirà un quartiere vibrante e sostenibile in questa città antica.” Ha dichiarato l’architetto.

 

Anche lo stadio per 52.000 spettatori ispirato al Colosseo sarà un esempio di sostenibilità, sul sito ufficiale della struttura è riportato: “Lo stadio della Roma sarà il primo vero impianto sportivo in Europa di così grandi dimensioni e realmente sostenibile: un impatto ecologico ad emissioni zero, massima capacità di riciclaggio e programmi all’avanguardia per quanto riguarda la conservazione e l’uso di energia rinnovabile.”

 

Grattacieli green: per lo stadio dell’AS Roma saranno 3

8 Commenti

  1. TheQ.
    Posted giugno 23, 2015 at 10:02 pm

    che schifo…

  2. av
    Posted giugno 24, 2015 at 12:23 pm

    Bene roviniamo anche Roma

  3. Alessandro
    Posted settembre 3, 2015 at 9:19 am

    Roma diventerà una citta meno Eterna

  4. giulio
    Posted novembre 7, 2015 at 10:44 am

    nessuno protestava mentre venivano costruiti obbrobri tipo tor bella monaca casilino ecc e ora che si fa un’opera bella e utile per la città che la risolleverebbe un minimo da anni di arretratezza c’e pure chi ha il coraggio di dire che rovinerebbe la città , a roma questo serve invece un po’ di modernità , tra l’altro molto bello questo progetto

  5. roberto
    Posted novembre 30, 2015 at 4:32 pm

    finalmente un po di modernita in una roma che vive solo di monumenti e palazzinari….triste vedere che molti restano con il cervello fermo

  6. Anonimo
    Posted settembre 25, 2016 at 10:03 pm

    Ma schifo che cosa? anzi dovreste ringraziare per questa opportunità sia per i posti di lavoro ma anche per la struttura in se stessa dei grattacieli, tra moderno e naturale finalmente qualcosa anche di moderno che porta valore alla città. Spero che i cittadini di Roma siano civili di non distruggere i grattacieli o di buttare la spazzatura nei giardini…
    Con questi commenti: “che schifo” “roviniamo anche Roma” “Roma meno eterna” io se fossi quel New Yorker direi addio a tutti e farei il progetto a New York, nella mia città, invece che a Roma, data la grande ignoranza… farei proprio così se fossi in lui/lei. Comunque (Roma non è più eterna da tanti anni da quando la gente butta la spazzatura per strada e per altri problemi che non sto qui a scrivere)

  7. marco migliarini
    Posted dicembre 26, 2016 at 9:49 pm

    Bellissimo progetto, sono uno stimatore di libeskynd sarei orgoglioso di avere una sua opera a roma

  8. Frank
    Posted gennaio 2, 2017 at 6:59 pm

    Bellissimo progetto, finalmente. Una città che ha delle periferie a dir poco oscene finalmente verrà impreziosita da opere moderne e funzionali.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *