Agricoltura digitale, riunione dei ministri del G20 a Bali

Si è svolto a Bali il Global Forum che riunisce i ministri dell’Agricoltura del G20. Il futuro è nell’agricoltura digitale: ha un ruolo fondamentale per la transizione dei sistemi alimentari verso la sostenibilità e per sviluppare l’imprenditoria femminile e giovanile. Ma serve un impegno comune, superando le barriere che dividono

Credits: G20 Indonesia

(Rinnovabili.it) – “La trasformazione digitale dell’agricoltura come acceleratore dell’imprenditoria femminile e giovanile”.

Il tema è al centro del Global Forum che riunisce a Bali (Indonesia) i ministri dell’Agricoltura del G20.

Agricoltura digitale al centro del G20 di Bali

L’agricoltura digitale è un tema ricorrente nei tavoli di discussione sull’agricoltura, poiché è ritenuta un passaggio fondamentale per realizzare della transizione dei sistemi alimentari, indispensabile per la salute dell’uomo e del Pianeta.

Un cambiamento, quindi, che deve riguardare i sistemi agricoli di tutto il mondo.

Tale transizione green ha dei costi. Non tutti gli agricoltori e gli imprenditori sono in grado di sopportarli, è indispensabile un aiuto da parte dei governi per garantire il raggiungimento di questo importante obiettivo.

Dell’importanza e del ruolo dell’agricoltura digitale per rendere il sistema più sostenibile è fermamente convinto anche il ministro dell’Agricoltura Syahrul Yasin Limpo.

I passi avanti dell’Indonesia

Infatti ha dichiarato nel suo discorso di apertura che: «La tecnologia e la digitalizzazione svolgono un ruolo fondamentale per far progredire l’agricoltura globale. L’Indonesia guarda avanti e sta facendo dei progressi per far sì che l’agricoltura sia avanzata, indipendente e moderna.

Questo meeting è una grande opportunità per condividere le nostre esperienze e i risultati che abbiamo raggiunto per rafforzare l’agricoltura digitale, fondamentale per lo sviluppo dell’imprenditoria femminile e giovanile».

Grazie alla tecnologia è possibile creare modelli di business più innovativi e sostenibili e aprire le strade a una nuova imprenditoria.

Molti altri Paesi, oltre all’Indonesia, stanno puntando sull’imprenditoria femminile e giovanile in agricoltura, settore il cui sviluppo è legato ovviamente al raggiungimento della sicurezza alimentare.

Il futuro dell’agricoltura è digitale

«Il futuro è digitale. La nostra agricoltura sta cambiando. Dobbiamo impegnarci per migliorare l’agricoltura globale. Questo significa lavorare in modo efficiente, efficace e innovativo», ha dichiarato il direttore generale della FAO Qu Dongyu, confermando il sostegno agli sforzi dell’Indonesia verso l’agricoltura digitale.

Per Dongyu «la digitalizzazione svolge un ruolo importante nell’accelerare i progressi verso il raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030.

È anche un modo per sbloccare l’occupazione e creare nuove opportunità di business, soprattutto per i giovani agricoltori».

Concentriamoci su quello che ci unisce

Il ministro indonesiano ha richiamato il tema della presidenza indonesiana del G20, “Recover Together, Recover Stronger”, invitando tutti a rafforzare lo spirito di solidarietà in nome del bene comune: «Concentriamoci sulle cose che ci uniscono. Dobbiamo farlo presto, e trovare un punto di convergenza nonostante le nostre differenze.

L’Indonesia è pronta a farlo per superare questa grave crisi alimentare globale, abbiamo bisogno l’uno dell’altro. Questo Forum è una grande occasione per rimuovere le barriere che ci separano».

Articolo precedenteInaugurato Open 336: il primo palazzo capace di catturare CO2 otto volte meglio di un albero
Articolo successivoArmani (Statkraft): “Le rinnovabili sono la soluzione all’attuale crisi del gas ed ai cambiamenti climatici”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui