Parte #AgriFuture, il Contest sulla sostenibilità agroalimentare

L’obiettivo della competizione è premiare le buone pratiche di innovazione orientate alla sostenibilità ambientale, economica e sociale delle aziende agroalimentari.

#AgriFuture

(Rinnovabili.it) – È partito oggi il contest #AgriFuture promosso da Santa Chiara Lab dell’Università di Siena – in collaborazione con Maker Faire Rome – The European Edition (il più grande evento europeo dedicato all’innovazione, che si svolgerà a Roma dal 10 al 13 dicembre), il Commissariato italiano per Expo 2020 Dubai e il supporto di Rinnovabili.it. L’iniziativa rientra nell’ambito di Fixing the Business of Food, il progetto di ricerca sulla sostenibilità delle aziende del sistema alimentare che fa una valutazione preliminare sul raggiungimento degli SDGs per poi suggerire principi operativi e parametri di misurazione da adottare in futuro.

L’obiettivo del contest è premiare le buone pratiche di innovazione orientate alla sostenibilità ambientale, economica e sociale delle aziende agroalimentari. La piattaforma digitale del segretariato italiano di PRIMA Observatory on Innovation (POI) pubblicherà le buone pratiche aziendali: POI raccoglie le esperienze di ricercatori, studenti, docenti e imprenditori e divulga i risultati di ricerca, formazione e innovazione dell’agroalimentare nel bacino mediterraneo.

Per presentare la propria candidatura, le aziende agroalimentari devono compilare il modulo di adesione online disponibile sul sito di POI. La scadenza per presentare le candidature è il 20 novembre. Un comitato di esperti esaminerà le candidature pervenute e ne valuterà l’originalità, l’innovatività e le ricadute positive in termini ambientali, sociali e economici. Le sei aziende finaliste presenteranno la propria esperienza durante Maker Faire Rome 2020 e le due migliori buone pratiche andranno a Expo Dubai 2020 che si svolgerà negli Emirati Arabi dal 1° ottobre 2021 al 31 marzo 2022.

Per Angelo Riccaboni, Presidente di Santa Chiara Lab e Fondazione PRIMA, «Maker Faire Rome – The European Edition è la cornice ideale per valorizzare e promuovere le innovazioni delle imprese agrifood e favorire lo scambio tra il mondo della ricerca e le aziende. Siamo molto lieti di collaborare con il Commissariato italiano per Expo 2020 Dubai per portare all’Esposizione Universale l’eccellenza dell’agroalimentare italiano».

«La ricerca di un rapporto più sostenibile tra agricoltura, suolo e cibo è diventato uno degli anelli più importanti per il mantenimento della qualità della vita sul nostro pianeta», dichiara Mauro Spagnolo, direttore responsabile Rinnovabili.it. «In questo quadro, il contest lanciato da Santa Chiara Lab-Università di Siena e Maker Faire Rome, e di cui Rinnovabili.it è onorato di dare il proprio supporto, ha un ruolo strategico per individuare e premiare le realtà più virtuose, a livello ambientale, nel contesto agricolo nazionale».

Maker Faire Rome è un appuntamento importante per gli innovatori italiani ed europei, dove si incontrano scuole, università, ricerca e aziende. «È fondamentale che tutte le istituzioni diano segnali atti a creare aspettative positive, perché solo così si ricomincerà a investire e creare sviluppo e il contest #AgriFuture in collaborazione con il Santa Chiara Lab dell’Università di Siena va proprio in questa direzione», spiega Lorenzo Tagliavanti, presidente della Camera di Commercio di Roma che organizza #MFR2020.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui