Food For Earth: una maratona per celebrare l’ecologia integrale nella Giornata della Terra

Future Food Institute e la FAO E-Learning Academy lanciano la seconda edizione di “Food for Earth Day”, maratona digitale di 24 ore per dare avvio ad una contaminazione positiva di sapere ed esperienze, che partano dal cibo e dai sistemi agroalimentari per rigenerare il pianeta

Food For Earth

di Sara Roversi

Da 51 anni, ogni anno il mondo si riunisce per celebrare la Giornata della Terra il 22 aprile. Un giorno che cade proprio un mese ed un giorno dopo l’equinozio di primavera, nel momento in cui la natura si risveglia e rinasce per ricordarci il valore dell’ecosistema naturale che ci circonda. Per rigenerare un Pianeta che abbiamo distrutto con le nostre mani e di cui oggi paghiamo il prezzo economico, sociale, sanitario ed ambientale, è necessario creare collaborazioni multilivello, ascoltare, aprirsi al dialogo, per generare soluzioni che tengano conto dell’interesse comune e collettivo. Una sfida che richiede la presenza e lo sforzo di tutti, istituzioni e politica, imprese e innovatori, università e giovani generazioni.

Con queste motivazioni il Future Food Institute e la FAO E-Learning Academy lanciano la seconda edizione di “Food for Earth Day“, la maratona digitale di 24 ore che si terrà proprio il 22 Aprile, per dare avvio ad una contaminazione positiva di sapere ed esperienze, che partano dal cibo e dai sistemi agroalimentari per rigenerare il pianeta. 

Un mosaico di voci ed interventi che attraverserà tutti i paesi del G20, il Mediterraneo, paesi emergenti e zone del mondo Patrimonio Naturale dell’Umanità: si susseguiranno interventi da Australia, Corea del Sud, Indonesia, India, Cina, Giappone, Singapore, Russia, Turchia, Islanda, Antartide, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Tunisia, Senegal, Francia, Svizzera, Spagna, Italia, Regno Unito, Germania, Sud Africa, Zimbabwe, USA, Repubblica Dominicana, Costa Rica, Brasile, Cile, Argentina, Colombia, Messico e Canada. La maratona, parte delle iniziative organizzate da EarthDay.org, partirà collegandosi all’alba italiana con l’Oriente, coinvolgendo ambasciate, ministri, scienziati e giovani imprenditori, con approfondimenti specifici, come il focus su biodiversità per la sessione cinese. La fiamma virtuale della maratona poi si sposterà nel bacino del Mediterraneo, in cui verranno coinvolte le sette comunità emblematiche della Dieta Mediterranea, per approfondire l’importanza dello stile di vita nel raggiungimento di uno sviluppo realmente sostenibile. 

Il Ministro Italiano delle politiche Agricole ed Alimentari Stefano Patuanelli ed il vice segretario generale dell’Unione per il Mediterraneo Grammenos Mastrojeni anticiperanno la sessione europea, arricchita dagli interventi di Maximo Torero, capo economista della FAO e Suor Alessandra Smerilli Sottosegretario del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, e della sessione Italiana, incentrata sul ruolo cruciale del nostro paese nell’anno della Presidenza del G20, di COP26 e del Food Systems Summit vedrà la presenza di del Ministro degli Affari Esteri Luigi Di Maio,  e del vice direttore della FAO, Maurizio Martina

La maratona darà voce a scienziati, personaggi illustri, numerosi ministri, innovatori, attivisti, cuochi e agricoltori, e Climate Shapers che da ogni parte del modo saranno coinvolti in vere e proprie “Climate Actions”. Renderemo omaggio a tutti coloro che vivono cercando di rendere il mondo ogni giorno più bello prendendosi cura della salute dell’uomo e del pianeta, dei territori e del paesaggio.

C’è un urgente bisogno diffondere un approccio integrale all’ecologia, capace di rigenerare l’ambiente, l’economia, la politica, l’individuo e la comunità. La prima edizione della Maratona Food for Earth, ora riassunta in un booklet a firma congiunta FAO/Future Food Institute, ha riunito più di 100 esperti, raggiungendo più di 100.000 partecipanti in tutto il mondo, attraversando virtualmente 24 stati. 

L’obiettivo di quest’anno è andare oltre: indirizzare decisioni sostenibili orientate da valori universali, che guardino al benessere diffuso a lungo termine. Un’occasione unica che cade all’inizio della decade dell’azione, nell’anno del cibo e del clima.

Giovedì 22 aprile in occasione della Giornata della Terra, Pollica (Salerno), Capitale della Dieta Mediterranea e “Paese dei Climate Shapers”, si prepara ad accogliere “Food For Earth”  la una maratona per il Pianeta organizzata dal Future Food Institute e dalla FAO.  Una grande corsa che virtualmente toccherà oltre 30 paesi partendo dall’Oceania, esplorando l’oriente, attraversando l’Europa, l’Africa, il Mediterraneo e le Americhe e si connetterà con centinaia di giovani attivisti che da tutto il mondo celebreranno la Terra col “fare”. Con nostro grande orgoglio la maratona farà tappa anche in Cilento, dove quello stile di vita chiamato “Dieta Mediterranea” diventa un vero e proprio modello di sviluppo capace di raggiungere l’equilibrio oggi necessario tra uomo, terra e prosperità. Il territorio cilentano è culla della nostra cultura, modello per la valorizzazione della biodiversità e simbolo della lotta per la tutela dell’ambiente. In questo momento storico celebrare insieme, qui e ora, la TERRA, assume un valore unico che ci permette di comprendere quanto i luoghi così come la politica possano contribuire a costruire un futuro migliore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui