Il Fermento, agricoltura sociale in cerca di un bus

La cooperativa agricola sociale Il Fermento, che fa progetti di formazione e di inserimento lavorativo, ha lanciato una raccolta fondi con l’aiuto di NaturaSì per comprare un pulmino con cui portare i ragazzi in campo

Il Fermento
Foto di M. Maggs da Pixabay

(Rinnovabili.it) – Come portare i lavoratori in vigna? Semplice, con un pulmino. La cooperativa sociale Il Fermento ha sede a Gargallo di Carpi, in provincia di Modena. Nata come progetto all’interno dell’azienda biodinamica Terrevive, Il Fermento è una cooperativa nata da poco. Terrevive, invece, è una fattoria sociale che opera da anni sul territorio organizzando tirocini formativi per persone svantaggiate (secondo la legge 381/91).

L’idea di acquistare un pulmino è nata per aiutare ragazze e ragazzi che vogliono collaborare con la cooperativa Il Fermento. Il 19 marzo è partita una campagna di crowdfunding per raccogliere i 10mila euro necessari all’acquisto del pulmino che durerà 45 giorni.

Leggi anche Impatti dei cambiamenti climatici sull’agricoltura, la produzione globale diminuirà dal 2050

«La terra accoglie tutti e la natura è lo spazio adatto perché ognuno possa esplicare le proprie potenzialità» è il credo della cooperativa. I progetti di formazione e inserimento lavorativo de Il Fermento coinvolgono in media da 7 a 9 persone inviate dai servizi sociali del territorio: un modo per dare continuità di lavoro e formazione alle persone inserite nei progetti, oltre a diffondere buone pratiche di agricoltura sociale. In particolare, i lavoratori si specializzano per le operazioni in vigna che vengono eseguite completamente a mano, dalla potatura alla vendemmia. Nel Fermento si pratica l’agricoltura biodinamica nel pieno rispetto dell’ambiente e della biodiversità; gli spazi comprendono l’orto, il giardino di erbe aromatiche, gli animali da cortile.

Come spiegano nella cooperativa, la maggior parte dei lavori non ha un’auto propria. Nonostante questo, negli anni hanno continuato ad andare in vigna in bicicletta anche in inverno, pure se molti di loro si trovano anche a più di 10 chilometri dalla sede di lavoro. Da qui è nata l’idea di acquistare un pulmino che facesse il giro e per prenderli e portarli sui campi. 

Un contributo all’iniziativa è venuto da NaturaSì in collaborazione con la piattaforma di crowdfunding e social innovation Produzioni dal Basso ha messo a disposizione una. «Schierarci a fianco della cooperativa sociale Il Fermento è per noi la naturale prosecuzione degli ideali che da sempre guidano la nostra impresa. Ci è parso altrettanto naturale contribuire alla crescita dell’agricoltura sociale coinvolgendo le comunità che ospitano questa bella realtà, e molti dei nostri negozi» dichiara Ilaria Marini, responsabile del marketing territoriale di NaturaSì.

Leggi anche IFAD, investire nell’agricoltura sostenibile

Il Fermento vorrebbe acquistare un mezzo usato con 9 posti e lo spazio per caricare le attrezzature: stivali, forbici e decespugliatori. Al raggiungimento del 70% di budget, NaturaSì contribuirà con il restante 30% per l’acquisto del bus

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui