India e Pakistan vivranno un’ondata di calore da record ogni 3 anni

Uno studio del Met Office britannico ha calcolato che il riscaldamento globale ha reso 100 volte più probabile che si verifichi una heatwave eccezionale come quella in corso nel subcontinente indiano

Ondata di calore in India e Pakistan: quanto contribuisce il climate change?
via depositphotos.com

L’ondata di calore in corso dura da marzo

(Rinnovabili.it) – Sabato scorso, in molti quartieri di Delhi i termometri hanno raggiunto la temperatura di 49,2°C. Lo stesso giorno a Jacobabad, in Pakistan, la colonnina di mercurio ha toccato i 50°C. Mentre la domenica è salita ancora, fino a 51 gradi. Un valore che sfiora i limiti della tollerabilità umana, in certe condizioni di umidità. Ma se l’ondata di calore che si sta abbattendo sul subcontinente indiano è così poderosa, è per via del cambiamento climatico. Senza riscaldamento globale di origine antropica, un evento di questa portata si dovrebbe verificare soltanto una volta ogni 312 anni.

Lo ha calcolato il Met Office britannico in un nuovo studio dove afferma che la regione d’ora in poi si deve aspettare almeno una volta ogni 3,1 anni un’ondata di calore che superi le temperature record toccate nel 2010. E le proiezioni sostengono che entro la fine di questo secolo eventi di questo tipo capiteranno virtualmente ogni anno: la frequenza salirà fino a uno ogni 1,15 anni.

Leggi anche Caldo estremo da 2 mesi: l’aprile infernale di India e Pakistan

“I periodi di caldo sono sempre stati una caratteristica del clima pre-monsonico della regione nei mesi di aprile e maggio”, spiega Nikos Christidis che ha lavorato allo studio di attribuzione del ruolo del climate change nell’ondata di calore. “Tuttavia, il nostro studio dimostra che i cambiamenti climatici stanno aumentando l’intensità del calore di queste ondate, rendendo le temperature da record 100 volte più probabili. Entro la fine del secolo, l’aumento del cambiamento climatico porterà probabilmente a temperature di questi valori in media ogni anno”.

L’ondata di calore su India e Pakistan continua sostanzialmente interrotta dal mese di marzo. Per l’India, lo scorso aprile è stato il più caldo degli ultimi 122 anni, cioè da quando sono iniziate le rilevazioni. Idem per il mese di marzo. Per Il Pakistan, è stato l’aprile più caldo degli ultimi 61 anni. Al di là dei record o meno di temperatura, questa ondata di calore è eccezionale sia perché è arrivata con largo anticipo rispetto al solito, sia per quanto si sta protraendo.

Leggi anche Caldo record, mai così bollente l’estate in Europa

Articolo precedenteAlla Fiera di Bolzano porte aperte per Klimaouse 2022, la manifestazione dedicata al green building
Articolo successivoSiglato l’accordo per educare all’uso dei monopattini in 3000 autoscuole italiane

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui