CONAI mette in luce le virtù del packaging italiano

CONAI pubblica il Dossier Prevenzione e mette in luce un nuovo interesse per il packaging ecosostenibile che ha fatto scendere le emissioni di CO2 del 22%

CONAI Dossier Prevenzione(Rinnovabili.it)  – CONAI ha presentato il Dossier Prevenzione 2013 e mette a nudo la situazione italiana che riguarda imballaggi ecosostenibili prodotti dalle nostre aziende. Incluso nelle iniziative di “Pensare Futuro” il dossier redatto dal Consorzio Nazionale Imballaggi raccoglie le testimonianze di 30 aziende che hanno documentato una riduzione delle emissioni inquinanti del 22% proprio grazie all’attenzione dimostrata nei confronti dell’ambiente.

 

Giunto alla quinta edizione il documento triennale lascia spazio a tutte le soluzioni di packaging prodotte dal 2011 al 2013 che rivelano la crescente attenzione del mercato degli imballaggi per il rispetto dell’ambiente e la riduzione dell’impatto inquinante, tenendo conto così dell’intero ciclo di produzione dell’imballaggio, dalla ricerca della materia prima fino al suo arrivo nel centro di riciclaggio.

 

I buoni risultati delle iniziative, conferma CONAI, sono stati ottenuti anche grazie agli accordi presi tra produttore e utilizzatore dell’imballaggio, metodo che ha potuto garantire una filiera green in ogni sua parte.

Alimentari solidi, Alimentari liquidi, Detergenza domestica, Altri settori (beni durevoli, chimico, elettrico, movimentazione) “Idee per contenere”, dedicata agli esempi di packaging alternativi a quelli già presenti sul mercato, e la nuova “Idee per l’estero”, dedicata agli imballaggi ecosostenibili destinati al mercato estero sono le 6 sezioni che caratterizzano il documento che descrive la catena di produzione degli imballaggi. Dalla scelta della materia prima fino all’ottimizzazione delle attività di riciclo, ogni passaggio è stato studiato e analizzato per ridurre l’impatto ambientale del settore e garantire al consumatore la stessa qualità di sempre.

 

Per figurare nel rapporto le aziende partecipanti hanno compilato un questionario on-line (www.ecotoolconai.org) che ha permesso loro di valutare l’efficienza ambientale degli imballaggi confrontandone l’impatto prima e dopo gli interventi adottati dall’azienda e proiettando nel futuro i benefici che queste azioni determineranno in termini di diminuzione delle emissioni di CO2, riduzione dei consumi energetici e risparmio di acqua.

La novità di quest’anno consiste però nella possibilità per le aziende di dare maggiore visibilità ai prodotti realizzati investendo più attenzione nell’ambiente. Le società interessate potranno quindi partecipare al “Bando CONAI per la prevenzione – Valorizzare la sostenibilità ambientale degli imballaggi” compilando il format sul sito entro febbraio prossimo.