Presentato il disegno di legge per gli spazi verdi nelle scuole

Orti urbani, giardini, cortili, birdgarden e spazi verdi per adeguare le scuole al bisogno dei bambini di trascorrere ore salubri a contatto con la natura

2Presentato il disegno di legge per gli spazi verdi nelle scuole

 

(Rinnovabili.it) – Riconoscere gli spazi verdi all’interno delle scuole come elementi fondamentali nel percorso educativo e formativo della scuola primaria: questo quanto chiede il nuovo disegno di legge presentato dalla senatrice del Partito Democratico Monica Cirinnà.

 

“”In Italia sebbene non manchino coraggiosi tentativi da parte di istituti e associazioni di genitori di realizzare orti e giardini negli spazi comuni delle scuole, gli esempi restano ad oggi isolati e non particolarmente sostenuti, ovvero non in modo normativo o comunque programmatico, dalle istituzioni”, ha dichiarato la senatrice.

 

Alla base del disegno di legge c’è uno studio molto accurato condotto dalla Lipu, che ha sottoposto insegnanti e genitori di 400 scuole di tutta Italia ad un questionario sulle condizioni degli spazi scolastici. Dalle risposte emerge che il 90% degli intervistati preferirebbe per gli alunni che la ricreazione si svolgesse all’aperto, ma il 70% degli insegnanti ritiene che gli spazi dedicati alla pausa tra le lezioni non siano adeguati. Il 42% dei docenti afferma che i bambini trascorrono meno di 10 ore salubri al mese.

 

“Si tratta di interventi indispensabili affinché, dall’infanzia all’adolescenza, gli studenti possano abitare le scuole in sicurezza, senza sovraffollamento, in ambienti che garantiscano decoro e senso estetico, in un giusto contesto architettonico”, spiega la senatrice riferendosi a giardini, cortili, orti urbani e birdgarden.

 

L’iniziativa accompagna il progetto internazionale Birdlife, di cui la Lipu è membro, per la biodiversità e la conservazione degli uccelli. I birdgarden da inserire nelle scuole sono dei rifugi per gli uccelli che non riescono a trovare un habitat favorevole nel contesto cittadino e allo stesso tempo una lezione pratica di educazione ambientale per gli alunni.

In base alla proposta presentata al senato spetterebbe alle Regioni e ai Comuni l’adeguamento degli spazi verdi, che andranno dimensionati in base alla cubatura degli edifici e al numero degli alunni. La copertura economica prevista è di 12,5 milioni di euro per il 2015, 15 milioni per il 2016 e il 2017, nell’ambito del programma dei Fondi di Riserva.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui