Dissesto idrogeologico, battaglia sulle cifre del governo

Per il ministro dell’Ambiente, sul dissesto idrogeologico l’esecutivo fa sul serio. I 5 stelle preoccupati: “Soldi vecchi e niente per il Sud”

Dissesto idrogeologico battaglia sulle cifre del governo 2

 

(Rinnovabili.it) – Il ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, ha annunciato ieri 800 milioni di euro per far fronte al dissesto idrogeologico. In un incontro con i rappresentanti delle Regioni e delle aree metropolitane ha siglato sette accordi di programma per interventi di messa in sicurezza del territorio. Destinatarie dei fondi saranno Abruzzo (interventi per 54,8 milioni), Emilia Romagna (43,4 milioni), Liguria (315 milioni), Lombardia (145,6 milioni), Sardegna (25,3 milioni), Toscana (106,6 milioni) e Veneto (109,7 milioni).

Galletti ha dichiarato che questo «è il segnale che sul dissesto abbiamo cominciato a fare sul serio. Gli accordi di programma che firmiamo, va detto, sono stati atti faticosissimi dal punto di vista amministrativo. Pensavo di arrivare più rapidamente a questa firma. Ci abbiamo messo molto tempo sia perché la burocrazia è ancora tanta in queste procedure, sia per un lungo lavoro di ricognizione che si è reso necessario per individuare le opere da realizzare prioritariamente».

 

Dissesto idrogeologico battaglia sulle cifre del governoDichiarazioni che non hanno commosso l’opposizione: i deputati del Movimento 5 Stelle appartenenti alla Commissione Ambiente, Antimafia e Finanze durante il question time hanno esposto le proprie critiche: «Sul dissesto idrogeologico il ministro dell’Ambiente annuncia soldi già vecchi. Nessuna traccia di fondi nuovi . Si tratta di circa 650 milioni di euro già annunciati per il 2015 e ora sbandierati di nuovo a partire dal 2016. Restano escluse Sicilia, Calabria e Campania, proprio quelle più colpite dal maltempo, che tuttora sono sommerse dal fango, senz’acqua e isolate dal resto d’Italia. Cosa aspetta il Governo a dichiarare lo stato di emergenza?».

In parallelo, una nota congiunta dei deputati Francesco D’Uva, Alessio Villarosa e Federica Daga sostiene che «il ministro Galletti ha confermato il bluff del Governo sullo stanziamento dei fondi per il dissesto idrogeologico,  già smascherato dal M5S nei giorni scorsi con la nostra interpellanza. Dei nove miliardi in sette anni per mille cantieri all’anno, annunciati da Renzi, non c’è traccia».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui