Foreste: al Forum FSC+20 si parla di salvaguardia

Al Forum FSC+20 in svolgimento a Siviglia si parla di sostenibilità e deforestazione con particolare attenzione all’area tropicale

Foreste(Rinnovabili.it) – Si è parlato di foreste e di conservazione delle aree tropicali in occasione della settima edizione del “Forum FSC+20: Strategie per la conservazione delle foreste tropicali” organizzato dall’Assemblea Generale del Forest Stewardship Council iniziata il 7 settembre a Siviglia e in programma fino al 14 di questo mese.

Durante l’incontro di ieri il direttore esecutivo di Greenpeace International, Kumi Naidoo, ha invitato i paesi di tutto il mondo ha far valere la propria opinione ad impegnarsi per la salvaguardia degli ambienti forestali, non solo tropicali, e garantire così la sopravvivenza delle specie animali e vegetali che caratterizzano gli ambienti per un futuro più sicuro per il pianeta. Questo il succo del discorso tenuto da Naidoo, che ha voluto ricordare quanto le foreste siano fondamentali per il benessere del Pianeta e per l’economia delle comunità che vivono grazie alle risorse delle foreste.

 

Secondo i dati del FSC è scomparso il 7% delle foreste del globo con particolare incidenza ai tropici. “Sono necessari molti strumenti per prevenire la deforestazione nei paesi tropicali della foresta, uno di questi è la certificazione. Attualmente, abbiamo 20 milioni di ettari certificati nei paesi tropicali produttori di legname e circa il 10 per cento di tutte le foreste certificate FSC si trova ai tropici, una cifra non sufficiente”, ha affermato durante l’incontro il CEO di FSC International, Kim Carstensen.

Accanto all’importanza della certificazione come strumento di legalità e salvaguardia delle foreste e dei loro equilibri durante la riunione di ieri gli esperti hanno potuto discutere sulle strategie necessarie all’aumento della domanda di prodotti forestali e sul ruolo degli investimenti finanziari per la conservazione del patrimonio verde.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui