Nasce la rete delle Università per la sostenibilità

Sarà implementato un sistema comune e condiviso per il monitoraggio delle prestazioni ambientali e sociali degli Atenei

Nasce la rete delle Università per la sostenibilità

 

(Rinnovabili.it) – Tutte unite per promuovere una coscienza ecologica e azioni concrete di salvaguardia ambientale: gli atenei italiani hanno deciso di fare squadra e di iniziare a collaborare sul fronte della sostenibilità. Per farlo la CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane) ha lanciato in questi giorni la Rete delle Università per la Sostenibilità, nuovo progetto di realizzazione e condivisione delle buone pratiche. L’annuncio è stato dato nel corso dell’omonimo evento, organizzato dalla Bicocca e dal Politecnico di Milano presso il Cluster Isole, Mare e Cibo di Expo Milano 2015 alla presenza di Stefano Paleari, presidente CRUI, i rettori Michele Bugliesi (Ca’ Foscari Venezia), Maria Cristina Messa (Milano-Bicocca) e i rappresentanti delle Università di Bari, Bologna, Roma 3, Pavia, Trento, Verona e Politecnico di Bari e Torino.

 

«La costituzione della Rete delle Università per la Sostenibilità – commentano all’unisono Maria Cristina Messa, rettore dell’Università di Milano-Bicocca, Giovanni Azzone rettore del Politecnico di Milano e Gianluca Vago, rettore dell’Università Statale di Milano – è un risultato molto importante che sottolinea gli sforzi e i progetti sin qui intrapresi da diversi Atenei in Italia. Siamo molto soddisfatti che il lancio di questa iniziativa sia avvenuto proprio a Milano dove le Università, in particolare Bicocca, Politecnico e Statale, stanno lavorando da tempo a progetti concreti che prevedono la riduzione dei consumi energetici, il miglioramento della raccolta differenziata e la promozione di iniziative che favoriscono la mobilità sostenibile richiamando l’attenzione sulla sostenibilità da parte di studenti, docenti e personale degli Atenei».

 

La nuova rete ha già una fitta lista di attività in programma che comprenderanno:

  • la creazione e la condivisione di nuovi progetti di sostenibilità dei campus;
  • la diffusione delle best practices italiane e internazionali;
  • la creazione di una community inter-Ateneo;
  • la promozione di progetti sulla sostenibilità già consolidati;
  • l’implementazione di un sistema comune e condiviso per il monitoraggio delle prestazioni ambientali e sociali degli Atenei;
  • lo sviluppo di programmi universitari sull’adozione di corretti stili per migliorare da parte degli studenti la gestione degli aspetti ambientali e sociali degli Atenei;

 

In particolare, i progetti di riduzione delle emissioni di CO2 nei campus e sulla mobilità sostenibile delle comunità universitarie hanno avuto uno sviluppo notevole a Milano, dove sono state avviate iniziative quali: Bicocca fa la differenza, progetto dell’Università di Milano-Bicocca che propone un nuovo sistema di gestione dei rifiuti e Città Studi Campus Sostenibile, promosso dall’Università Statale di Milano e Politecnico di Milano per trasformare il quartiere universitario in un campus che rispetti la qualità della vita e la sostenibilità ambientale.

Articolo precedenteRE100: solo elettricità verde per 36 big del business
Articolo successivoZaha Hadid è la prima donna a vincere la Royal Gold Medal for Architecture

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui