10 abitudini green per aiutare l’ambiente nella vita di tutti i giorni

Ogni individuo può contribuire con semplici gesti quotidiani a un mondo più green. Ecco 10 consigli per salvare l’ambiente

abitudini green
via depositphotos.com

Articolo pubbliredazionale

Siamo tutti consapevoli, ormai, di quanto sia importante tutelare l’ambiente. Le grandi azioni restano in mano ai governi mondiali, ma anche noi possiamo contribuire con gesti quotidiani a un mondo più green.

Come vedremo, molti di questi comportamenti non fanno bene soltanto al pianeta, ma anche alla nostra salute e alle nostre tasche.

1. Lascia a casa l’auto

Per ridurre l’inquinamento atmosferico, usare mezzi alternativi all’auto può fare la differenza. La mobilità sostenibile è un tema sempre più rilevante e le opzioni disponibili sono ormai numerose. Oltre ai mezzi pubblici puoi scegliere il car sharing, condividere cioè il viaggio in macchina con altre persone.

Naturalmente, nulla batte andare in bicicletta o a piedi. Queste scelte non sono soltanto green, ma ti aiutano anche a restare in forma e a risparmiare.

2. Riduci lo spreco di carta

Per evitare inutili sprechi di carta puoi sostituire il quotidiano che compri tutti i giorni con un abbonamento all’edizione digitale. Lo stesso vale per le tue riviste preferite: puoi facilmente continuare a informarti senza creare rifiuti superflui.

Anche i volantini cartacei si possono rimpiazzare grazie a servizi online come Kimbino, che con un click ti dà accesso a offerte in ogni settore della GDO.

3. Evita il monouso

Da quest’anno l’Ue mette al bando la plastica monouso, ma puoi fare ancora di più evitando l’usa e getta in generale. Borracce riutilizzabili e borse di tela per la spesa sono già un must, ma perché fermarsi qui?

Puoi, ad esempio, usare tovaglioli e fazzoletti di stoffa invece di quelli di carta e creare quindi meno rifiuti. I rotoli di carta assorbente da cucina si possono poi sostituire con panni multiuso ricavati da vecchie magliette.

4. Mangia meno carne

Sappiamo bene che la produzione di carne a livello industriale ha un impatto negativo enorme sull’ambiente.

Non c’è però bisogno di diventare vegani da un giorno all’altro per vivere in modo più sostenibile. Iniziare con una dieta flexitarian, che include cioè solo prodotti vegetali per alcuni giorni alla settimana, è già un ottimo passo. Passare a un’alimentazione più ricca di frutta e verdura, inoltre, fa bene anche alla tua salute.

5. Basta sprechi di cibo

Ogni anno, centinaia di tonnellate di cibo finiscono nella spazzatura, eppure basta poco per evitare questi sprechi in casa. 

Tieni d’occhio le date di scadenza dei prodotti che hai nel frigorifero e pianifica i tuoi pasti di conseguenza. Alimenti come uova e latte spesso possono ancora essere consumati dopo la data riportata sulla confezione: annusali e controllane la consistenza per non buttarli inutilmente.

6. Scegli prodotti locali

Frutta e verdura a chilometro zero sono una scelta più green, perché riducono le emissioni di CO2 legate al trasporto. Promuovono inoltre la filiera corta, sostenendo l’economia locale e i piccoli produttori della tua regione.

Prodotti biologici e di stagione sono in assoluto l’opzione più ecosostenibile, oltre a garantirti alimenti freschi e sani.

7. Passa allo smart working

I vantaggi dello smart working sono sotto gli occhi di tutti: meno inquinamento, meno ingorghi e persino più concentrazione e performance migliori. Lavorare in remoto riduce le emissioni legate ai trasporti e quelle per l’energia elettrica e il riscaldamento negli uffici stessi.

Avrai poi più tempo da dedicare alla tua famiglia, ai tuoi interessi o semplicemente a dormire un po’ più a lungo.

8. Risparmia l’acqua

Chiudere il rubinetto mentre ti lavi i denti o ti insaponi nella doccia è semplicissimo, eppure ti fa risparmiare decine di litri d’acqua ogni giorno. Lo stesso vale quando utilizzi la lavatrice e la lavastoviglie a pieno carico.

Puoi anche installare un riduttore di flusso in tutti i rubinetti di casa. Con una piccola spesa consumi fino al 50% di acqua in meno. Ottimo per l’ambiente e per le tue tasche.

9. Riduci il consumo di elettricità

I dispositivi lasciati in standby consumano elettricità anche mentre non li usiamo. Le multiprese con interruttore ti permettono di risparmiare fino all’11% di elettricità: ricorda quindi di spegnerle tutte prima di andare a dormire.

Le lampadine LED a basso consumo, poi, ti fanno risparmiare il 75% rispetto a quelle normali. 

Infine, se devi sostituire gli elettrodomestici, opta per le classi energetiche più efficienti: A+, A++ o A+++.

10. Compra meno prodotti nuovi

In una società sempre più consumista, siamo abituati a buttare un oggetto rotto e comprarne uno nuovo. Questo atteggiamento, però, genera enormi quantità di rifiuti che finiscono in discarica. 

Aggiustare le cose rotte, che si tratti di una maglietta, un mobile o uno smartphone, dà loro una seconda vita, contribuendo a proteggere il pianeta.

Se proprio non c’è modo di riparare l’oggetto, sostituirlo con un’opzione di seconda mano è di gran lunga preferibile all’acquisto di un prodotto nuovo.

In conclusione: la regola delle 5R

Tutto si può riassumere con una nota regola, le cinque parole chiave della sostenibilità: Rifiuta (di utilizzare prodotti non riciclabili), Riduci (sprechi e utilizzi non necessari), Riutilizza (evitando di creare surplus di rifiuti), Riconverti (sfruttando appieno qualsiasi prodotto) e Ricicla.

1 commento

  1. bello poter aggiustare le cose rotte ma davvero siete convinti che nel mondo dell’usa e getta si trovi qualcuno che ripari, si trovino pezzi di ricambio nonché persone in grado di farlo?siamo realisti purtroppo è un’utopia!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui