Green Drop Award 2015, la 4° edizione nell’anno della COP 21

Ritorna il premio per il miglior film ecologista in concorso al Festival del Cinema di Venezia. Il Green Drop Award 2015 inizia il 2 settembre prossimo.

Green Drop Award 2015 la 4 edizione nell'anno della COP 21

 

(Rinnovabili.it) – L’ecologia ritorna sul grande schermo grazie al Green Drop Award 2015, il premio assegnato nella cornice della Mostra del Cinema di Venezia alla pellicola in gara che meglio interpreta le tematiche della sostenibilità. La 72° edizione del festival si combina con la 4° consegna della goccia di vetro, a cura di Green Cross Italia e con la collaborazione della città lagunare. Il cimelio, soffiato nel vetro di Murano, contiene al suo interno la terra proveniente da un Paese diverso. L’anno scorso fu l’Antartide, quest’anno tocca al Senegal.

 Dal 2 al 12 settembre, sul “green carpet” in riva al Lido sfileranno personaggi del mondo del cinema, dello spettacolo, della cultura e della scienza al fine di promuovere le tematiche ambientali.

 

Green Drop Award 2015 la 4 edizione nell'anno della COP 21 2«Con la quarta edizione del Green Drop Award vogliamo lanciare un messaggio per unire ancora di più i temi dell’ambiente a quelli del Cinema, che sia sempre più sostenibile nei contenuti e anche nei processi produttivi – specifica Elio Pacilio, Presidente di Green Cross Italia – E da Venezia vogliamo andare verso Parigi, che sarà un appuntamento fondamentale sui temi del cambiamento climatico, quelli che abbiamo posto all’attenzione del mondo del cinema quando istituimmo il Green Drop nel 2012».

Durante i giorni della Mostra del Cinema, inoltre, nell’ambito del premio verranno organizzati dibattiti e workshop a sfondo ambientale. Tra le altre cose, si tenterà di spiegare com’è possibile ridurre l’impatto delle produzioni cinematografiche.

 

Green Drop Award 2015 la 4 edizione nell'anno della COP 21 -

 

Nelle edizioni passate, il premio della goccia verde è stato vinto da “Le cinque stagioni” di Peter Brosens e Jessica Woodworth (2012), “Ana Arabia” di Amos Gitai (2013) e “The postman’s white nights” di Andrei Konchalovsky (2014). Quest’anno sarà assegnato venerdì 11 settembre. C’è attesa per conoscere i nomi delle personalità che andranno a comporre la giuria del 2015: le prime tre edizioni hanno visto la partecipazione di Ermanno Olmi, Mimmo Calopresti, Silvia Scola, Ottavia Piccolo e Chiara Tonelli tra i giurati gli altri.

«Quest’anno vogliamo dedicare il nostro premio alla COP 21, la Conferenza Mondiale del Clima che si terrà a fine anno a Parigi – ha spiegato Marco Gisotti, direttore del Green Drop Award – L’edizione del premio come ogni anno inizia a Roma per trasferirsi poi a Venezia. Da lì arriveremo 90 giorni dopo a Parigi, dove si giocherà una buona fetta del nostro futuro».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui