HiveX cattura la plastica nei fiumi prima che arrivi al mare

La piattaforma cattura rifiuti, realizzata da Grohe ed everwave, è stata testata per la prima volta nel fiume Bacchiglione presso la centrale idroelettrica di Voltabarozzo a Padova.

(Rinnovabili.it) – Grohe è un’azienda da tempo attiva nel settore idrosanitario, impegnata nella progettazione di sistemi di cattura della plastica. Parte delle soluzioni progettate prevede l’intervento sui fiumi, per fare in modo che i rifiuti siano bloccati prima di arrivare nei mari. 

L’azienda sta lavorando in particolare allo sviluppo del progetto pilota HiveX, testato quest’anno per la prima volta sul fiume Bacchiglione, presso la centrale idroelettrica di Voltabarozzo a Padova. Si tratta di una piattaforma per la cattura della plastica, sviluppata con everwave e in sinergia con il Comune di Padova e la Venice Lagoon Free onlus. Il funzionamento del sistema, frutto del lavoro congiunto di scienziati, ingegneri e biologi marini, sfrutta passivamente la corrente del fiume e blocca all’interno delle sue celle la spazzatura trasportata dalle acque.

leggi anche Rifiuti marini, il Parlamento UE chiede un piano per ripulire i fiumi

“Siamo davvero orgogliosi che, grazie alla nostra collaborazione con everwave e alla sinergia con il territorio di Padova e il supporto dei partner locali, sia stata proprio l’Italia ad accogliere il debutto di HiveX”, ha commentato Domenico Rizzo, Direttore Marketing di GROHE Italia. “Questa iniziativa testimonia l’impegno del brand rispetto alla sostenibilità a 360 gradi, rappresentato anche dalle nostre soluzioni innovative di filtrazione dell’acqua domestica GROHE Blue, che confermano il nostro impegno attivo nel promuovere uno stile di vita libero dalle bottiglie di plastica”.

Non si tratta dell’unica iniziativa nel campo: dal 2019 la società ha preso parte al progetto di raccolta con Seabin, un innovativo “cestino salva oceani” nel Porto Antico di Genova che ha già consentito la cattura di 800kg di rifiuti, l’equivalente di 53.350 bottigliette di plastica. E recentemente ha lanciato CollectiX, un’imbarcazione per la raccolta dei rifiuti in Bosnia ed Erzegovina. 

leggi anche Seabin, il cestino mangia rifiuti marini, arriva nelle Marche

Articolo precedenteNextchem si aggiudica un contratto per uno studio di servizi d’ingegneria da Storengy
Articolo successivoBonus 110 e crediti bloccati: la Class Action Edilizia pronta a denunciare il Governo all’Aja

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui