Il Plastic Overshoot Day 2023 è atteso il 28 luglio

Poche settimane al Plastic Overshoot Day, la data in cui verranno prodotti più rifiuti plastici di quelli che il mondo è in grado di gestire

plastic overshoot day
Via depositphotos.com

La società EA Environmental Action diffonde un nuovo report sul Plastic Overshoot Day

(Rinnovabili.it) – Entro la fine di luglio, il 60% della popolazione mondiale vivrà in luoghi dove la produzione di rifiuti di plastica supera la capacità di gestirli. A gennaio, questa quota era del 40%. Lo stima il Plastic Overshoot Day report, un dossier sviluppato dalla società di ricerca e consulenza EA Environmental Network. L’idea è sensibilizzare in modo simile a ciò che avviene per l’Earth Overshoot Day, quando si diffondono i dati dell’impronta ecologica. In questo caso, la “giornata di sforamento della plastica” calcola quando la produzione dei rifiuti eccede la capacità di trattamento, provocando inquinamento netto.

Nel 2023, secondo EA Environmental Network, il totale dei rifiuti di plastica mal gestiti, che finiranno in natura, dovrebbe raggiungere le 68.6 milioni di tonnellate. Si tratta del 43% del totale prodotto, che è di 159 milioni di tonnellate. Il consumo medio globale di plastica per persona all’anno è di 20,9 Kg, con una grande differenza tra paesi e fasce sociali. Ridurre il consumo e l’utilizzo della plastica, promuovere modelli di economia circolare, attuare solide politiche di gestione dei rifiuti e cessare l’import da altri paesi sono alcune delle strategie raccomandate per mitigare l’inquinamento e migliorare gli overshoot days di ciascun paese. Attualmente però, stiamo andando in tutt’altra direzione: entro il 2040, la produzione di plastica dovrebbe raddoppiare, mentre l’inquinamento potrebbe triplicare.

“Il nostro rapporto è un promemoria tempestivo per i negoziati sul trattato globale sulla plastica – dice Sarah Perreard, co-chief executive di EA Environmental Action – La crisi globale della plastica sta peggiorando e che c’è un crescente bisogno di azione. 128 paesi in tutto il mondo hanno già superato la loro capacità di gestire i propri rifiuti. Questo deve essere un momento di svolta affinché l’industria e i responsabili politici agiscano nell’interesse del pianeta e della salute degli esseri umani. Il Plastic Overshoot Day dovrebbe essere nel calendario di tutti”.

Articolo precedenteComunicazione della sostenibilità, riflessioni sul tema
Articolo successivoBattere Trump col negazionismo: cosa dice Ron DeSantis sul clima?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Leave the field below empty!