Epson PaperLab, il riciclo della carta si fa in ufficio

A “mettere alla prova” la tecnologia Epson sarà il marchio di alta moda Brunello Cucinelli che, grazie alla speciale macchina, potrà generare nuova carta per gli uffici da quella usata

PaperLab
Credits: Epson

Moda, lusso e riciclo, la partnership tra Epson e Brunello Cucinelli

(Rinnovabili.it) – E se il riciclo della carta diventasse a km zero? Oggi esiste una tecnologia che opera esattamente in questo modo: accorcia drasticamente il percorso tra vecchia e nuova vita per i rifiuti cartacei. Si chiama Epson PaperLab ed il primo macchinario creato per offrire alle aziende un riciclo on demand. Di cosa si tratta? Di un sistema, innovativo e compatto, capace di trasformare fogli usati in nuova fornitura per uffici. Il tutto senza dover lasciare l’azienda, assicurando di distruggere in modo sicuro le informazioni sensibili e mantenendo alta l’attenzione ambientale.

leggi anche La lampada allo xeno che cancella l’inchiostro e aiuta il riciclo della carta

Come funziona PaperLab?

Per trasformare la carta da macero in nuova carta viene utilizzata una combinazione di tre processi: sfibratura, rilegatura e formatura”, spiega Epson sul proprio sito. Il primo passaggio ha il compito di rimuovere tutto l’inchiostro, riducendo i rifiuti in fibre. Quest’ultime vengono quindi pulite, messe assieme e rinforzate a formare nuovi fogli con colore e peso selezionati. L’ultima fase è quella del taglio. “A differenza della fabbricazione convenzionale, PaperLab non utilizza praticamente acqua dall’inizio alla fine. Questo processo virtualmente a secco consente la produzione in un piccolo ciclo localizzato”.

Qualità che hanno convinto anche il brand di lusso Brunello Cucinelli. Il 14 dicembre l’azienda italiana ed Epson hanno siglato una partnership finalizzata ad una Epson PaperLab nella sede del marchio. “Abbiamo unito le forze con Brunello Cucinelli, azienda nota per i suoi elevati standard industriali, al fine di garantire un futuro migliore ed equo per il pianeta e le persone”, ha commentato  Yasunori Ogawa, presidente di Epson. “Il nostro approccio alla sostenibilità arricchisce le comunità. Oltre a trasformare il nostro business, sviluppiamo anche tecnologie innovative che aiutano altre aziende a diventare davvero sostenibili. Per noi è un onore essere stati scelti da Brunello Cucinelli nel suo percorso verso la sostenibilità. E crediamo che questo possa essere un esempio per altre aziende e organizzazioni che stanno cercando di riallinearsi all’economia circolare”.

Sulla scelta di PaperLab, Riccardo Stefanelli, amministratore delegato di Brunello Cucinelli, ha dichiarato: “Brunello Cucinelli si fonda sul principio del capitalismo umanistico, ovvero l’idea di vivere in armonia con il creato. Sono convinto che la collaborazione con Epson ci aiuterà a portare avanti i nostri valori, rispettando sempre la dignità umana e l’ambiente. Questa partnership sostiene i nostri sforzi per custodire e mostrare aree di straordinaria bellezza naturale e, con l’impiego di tecnologie innovative, supporta il cambiamento dall’interno che ci porterà a essere davvero sostenibili”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui