Certificati bianchi 2021, ecco quanto abbiamo risparmiato con i TEE

Il GSE pubblica il nuovo rapporto annuale sui titoli di efficienza energetica. E rivela: nel 2021 riconosciuti oltre 1,1 milioni di certificati, pari a circa 0,40 Mtep di risparmi energetici

Certificati Bianchi 2021
via depositphotos.com

  I certificati bianchi 2021 calano del 35% rispetto l’anno precedente

(Rinnovabili.it) – Come sta andando il risparmio energetico in Italia? Una risposta, seppur parziale, arriva oggi dal GSE. Il Gestore ha pubblicato il nuovo rapporto annuale sui certificati bianchi, lo strumento che dal 2005 sostiene gli interventi di efficientamento energetico nel settore industriale, civile, delle infrastrutture di rete, dei servizi e dei trasporti a livello nazionale. Si tratta di titoli negoziabili (TEE) che certificano il conseguimento di risparmi negli usi finali di energia attraverso specifici interventi e progetti. Un TEE equivale ad una tonnellata equivalente di petrolio (TEP) non utilizzata.

leggi anche Maxi truffa dei certificati bianchi, 22 arresti tra Italia e Germania

Il rapporto mostra come i certificati bianchi 2021 abbiano tirato il freno. Lo scorso anno infatti, il GSE ha riconosciuto circa 1,1 milioni di titoli, in calo del 35% rispetto al 2020. 

Oltre la metà è da ascrivere al solo settore industriale, che nel 2021 tocca quota 69,2%. Segue il settore civile  con un buon 23,6%, quindi la categoria “misure comportamentali con un 5,4% e l’1,8% in cui rientrano tutti gli altri interventi (reti, trasporti e servizi). Nel dettaglio, nel settore industriale sono prevalsi interventi per la gestione e il recupero del calore, l’ottimizzazione energetica dei processi produttivi, azionamenti efficienti ed automazione e un piccolissima parte legata a rinnovabili e cogenerazione. In ambito civile, spopolano i lavori sull’involucro edilizio e sulla climatizzazione.

Scrive il Gestore:Lo scorso anno, in totale, sono state presentate 764 Richieste di Verifica e Certificazioni a consuntivo (RVC-C) e 183 Richieste di Verifica e Certificazioni analitiche (RVC-A) ai sensi del DM 28 dicembre 2012. Nel corso del 2021, sono stati inoltre presentati 418 progetti a consuntivo, 36 progetti standardizzati, 318 richieste a consuntivo, 15 richieste standardizzate, 52 Comunicazioni Preliminari (CP) e 6 richieste di verifica preliminare (RVP) ai sensi del DM 11 gennaio 2017 e s.m.i.” 

Leggi anche Il Decreto Certificati Bianchi è in Gazzetta

Secondo il report Certificati Bianchi 2021, l’esito positivo delle istruttorie ha generato titoli per circa 0,40 Mtep di risparmi energetici ottenuti. 

Il Rapporto Annuale Certificati Bianchi.

Articolo precedenteIl 2021 è stato l’anno di non ritorno per gli oceani senza ossigeno?
Articolo successivoRiduzione dei pesticidi, l’UE verso obiettivi vincolanti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui