Nelle acque UK l’innovazione dell’eolico offshore galleggiante

Il Governo britannico finanzia nuovi progetti di ricerca e sviluppo che dovranno accompagnare lo sviluppo dell’eolico marino del regno

eolico offshore galleggiante

60 mln per la realizzazioni di 11 nuovi progetti innovativi nell’eolico offshore galleggiante

(Rinnovabili.it) – La Gran Bretagna mira ad installare 1 GW di eolico offshore galleggiante entro il 2030. Un obiettivo ambizioso che oggi il Paese cerca di accompagnare dando nuovi stimoli al comparto Ricerca&Sviluppo. Come? Attraverso 11 progetti innovativi del valore complessivo di 60 milioni di sterline.

Leggi anche UK: 20mln di sterline per sfruttare l’energia delle maree gallesi

A darne l’annuncio è lo stesso Governo UK che tramite il Dipartimento dell’Energia e la Strategia Industriale fa sapere di aver stanziato per le iniziative oltre 31 milioni di sterline. Un ricco pacchetto di finanziamenti a cui saranno abbinati altri 30 milioni di sterline provenienti dall’industria di settore. L’aumento di cassa, spiega il Dipartimento, supporterà il settore eolico offshore galleggiante con progetti di ricerca in tutto il Regno Unito. Iniziative concentrate su elementi quali: nuove modalità di ormeggio degli impianti e innovative piattaforme compatte, il cablaggio sottomarino e i sistemi di monitoraggio digitale.

Il ministro dell’Energia Greg Hands ha dichiarato: “Siamo già leader mondiali nell’eolico offshore e la tecnologia galleggiante è la chiave per sbloccare il pieno potenziale dei mari intorno alla Gran Bretagna. Questi progetti innovativi ci permetteranno di espandere ulteriormente e più rapidamente l’energia rinnovabile in tutto il Regno Unito, aiutandoci a ridurre la nostra esposizione ai prezzi volatili del gas”.

Leggi anche La Scozia fa girar la testa: assegnati diritti per 25 GW di eolico offshore

 L’annuncio di oggi segue il lancio del quarto round di assegnazione dello schema Contracts for Difference – il programma di aste governative – dove sono stati riservati 24 milioni di sterline all’anno per questa tecnologia.

Articolo precedenteDa condominio minimo a unifamiliare: Superbonus vale fino al 2025
Articolo successivoRenault, Nissan e Mitsubishi insieme per investimenti nell’auto elettrica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui