PPA eolico: 2 contratti record per gli impianti a terra e in mare

La taiwanese TSMC si è aggiudicata, ad un prezzo fisso per 20 anni, tutta l’energia energia prodotta da 2 wind farm marine del progetto Greater Changhua, che con quasi un GW di capacità rendono l’accordo d’acquisto il più grande della storia delle rinnovabili. Ma anche l’eolico onshore fa parlare di sé

ppa eolico

Firmato un PPA eolico su 2 impianti da 920 MW

(Rinnovabili.it) – Momento propizio per il settore del vento che in questi giorni si aggiudica due nuovi primati nel mercato dei PPA (Power Purchase Agreement), ossia gli accordi di fornitura di energia elettrica a lungo termine e a prezzo fisso. Il primo arriva da Taiwan dove TSMC ha firmato con la danese Orsted (ex Dong Energy) un PPA eolico aziendale da record. Il contratto prevede l’acquisto dell’energia prodotta da due dei futuri parchi offshore del Greater Changhua. Si tratta di un immenso progetto, pianificato su quattro siti nello Stretto di Taiwan, per una capacità totale 2,4 GW.

Orsted, lo sviluppatore, ha ricevuto l’approvazione della VIA per tutti e quattro gli impianti e iniziato i lavori di costruzione delle unità 1 e 2a a novembre dello scorso anno. Il PPA eolico riguarda però le altre due unità, la 2b e 4, per le quali si attende ancora la decisione d’investimento finale. Cosa rende speciale questo PPA eolico? La potenza complessiva degli impianti: grazie ai loro 920 MW di capacità rendono il contratto d’acquisto il più grande al mondo mai firmato nell’intera storia delle rinnovabili.

Leggi anche Prezzi PPA energia solare ed eolica, da cosa dipende la convenienza?

La compagnia danese ha vinto i diritti alla realizzazione dell’unità 2b e 4 all’asta, grazie ad un’offerta  di vendita dell’energia di 72,3 euro per MWh. In base al PPA eolico appena siglato, TSMC pagherà un prezzo che include anche i T-REC (certificati di energia rinnovabile di Taiwan) e che pertanto è superiore a quello definito dall’asta.

A questa notizia si aggiunge in queste ore anche quella del PPA eolico chiuso dal fondo Copenhagen Infrastructure Partners. Il contratto in questione riguarda la compravendita di energia elettrica da 12 impianti eolici a terra, in Spagna, per un totale di 487 MW di capacità. E, secondo i gestori del fondo, si tratta del più grande “PPA rinnovabili” siglato finora in Europa. Il gruppo di wind farm è ancora in fase di costruzione ma dovrebbe entrare in funzione nell’arco dei prossimi dodici mesi. Sei istituti finanziari tra cui Abn Amro e Unicredit si sono impegnate a rendere disponibile un finanziamento di circa 380 milioni per l’avvio commerciale del progetto. Al momento non è ancora stato comunicato il nome del soggetto che ritirerà l’energia.

Leggi anche PPA aziendali, nuovo record nella compravendita dell’energia pulita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui